Ioffredi in conferenza stampa con Sindaco e Orgoglio Amaranto: "Grazie a tutta la città". Il video integrale

Il giorno dopo la sentenza del giudice fallimentare che ha deciso per la via dell’esercizio provvisorio e il nodo, ufficialmente sciolto, del pagamento degli stipendi, che ricadeva proprio oggi, il sindaco Alessandro Ghinelli ha tenuto una...

ghinelli-ioffredi

Il giorno dopo la sentenza del giudice fallimentare che ha deciso per la via dell’esercizio provvisorio e il nodo, ufficialmente sciolto, del pagamento degli stipendi, che ricadeva proprio oggi, il sindaco Alessandro Ghinelli ha tenuto una conferenza stampa sull’Us Arezzo, presso lo stadio comunale. Con lui il consigliere comunale Paolo Bertini, Duccio Borselli presidente di Orgoglio Amaranto, mister Massimo Pavanel, l’avvocato Vincenzo Ioffredi curatore fallimentare che si occupa della gestione provvisoria della società e Andrea Fiumana, rappresentante Assocalciatori. Presenti anche alcuni imprenditori.

Il primo cittadino aveva auspicato fin dall’inizio la strada dell’esercizio provvisorio, che consentirà alla squadra di terminare il campionato. Ed ha lanciato ripetuti appelli agli imprenditori locali, oltre ad attivare un conto corrente insieme al presidente di Orgoglio Amaranto, Duccio Borselli, dove versare le quote donate per il pagamento degli stipendi. Un conto che ha raggiunto la cifra necessaria grazie alla generosità di molti.

“Ho voluto questa conferenza stampa per fare dei ringraziamenti - ha esordito Ghinelli. Quello che è successo alla società e alla squadra è stato molto complicato, ma la città ha dimostrato di essere viva. Tutti ci davano morti nel calcio, ma non è così: ribadisco, Arezzo è viva e vegeta. Ha sempre reagito e lo ha fatto adesso come quando ha affrontato la crisi bancaria. Ringrazio quindi tutti gli imprenditori e i cittadini che hanno contribuito per consentire di pagare gli stipendi. Il direttore di Banca Valdichiana mi ha appena comunicato di aver effettuato tutti i bonifici: siamo quindi in regola per giocare la partita di sabato e quelle future. Un ringraziamento, infine, anche a Paolo Bertini e ai giocatori. La palla da oggi torna in campo, era un impegno che mi ero preso con voi” ha detto, chiudendo, rivolto ai calciatori ed evidentemente emozionato.

L’avvocato Vincenzo Ioffredi, curatore fallimentare che si occupa della gestione provvisoria:

“ieri sera sono venuto immediatamente ad Arezzo dopo aver fatto i primi adempimenti per l’accettazione della carica. Stamani, presto, sono stato in tribunale a parlare con il giudice Picardi che ha autorizzato la sentenza di esercizio provvisorio: mi ha chiesto rassicurazioni circa gli adempimenti degli stipendi, che ho potuto dare nel pomeriggio. Ho avuto, infatti, subito un riscontro massimo dalla società, dai giocatori, dall’amministrazione, dalla banca stessa. Ho già preso contatto con tutti gli uffici, registrando una disponibilità immediata. Adesso, come ha sottolineato anche il sindaco, inizia la salita. Dobbiamo verificare se ci sono i presupposti per l’esercizio provvisorio, che dal punto di vista economico finanziario si deve reggere, per salvaguardare gli interessi dei creditori. Ancora non sono in grado di dare nessun dato circa il fabbisogno necessario alla società. Vediamo di poter contribuire, con campagne abbonamenti particolari o giornate speciali, al suo sostentamento. Speriamo che l’Arezzo ce la possa fare: oggi è stato il primo gran premio della montagna, in termini ciclistici, ce ne saranno altri ma a breve, senza possibilità di riprendere fiato, poi auspico che ci sia la discesa”.

Paolo Bertini: “l’ultimo è stato un periodo particolarmente intenso. Arezzo ha collaborato in maniera trasversale: buona parte dei versamenti sono stati anticipi sugli sponsor, quindi ci sarà anche un importante ritorno di immagine. Grazie agli imprenditori che si sono messi a disposizione di questa causa, tutti hanno capito che non si trattava solo del fallimento della squadra, ma dell’intera città. Infine, intendo ringraziare personalmente Orgoglio Amaranto, non solo per l’impegno di Roberto e Duccio, che sono stati colonne in questa vicenda, ma per l’importanza di avere un’anima aretina all’interno della società calcistica cittadina”.

Duccio Borselli, presidente Orgoglio Amaranto: “ringrazio uno a uno tutti quelli che hanno fatto le donazioni, anche da 50 euro. Ringrazio la Curva: la nostra manovalanza attiva. Lotteremo fino alla fine, perché questo è un punto di partenza. Dobbiamo continuare a far sì che l’esercizio provvisorio prosegua. Andremo avanti con la raccolta fondi, senza fermarci mai”.

Mister Massimo Pavanel: “questa situazione difficile ha unito Arezzo in tutte le sue componenti. Sono commosso come il sindaco e mi sento di dire solamente: tutti a Viterbo ragazzi, tutti a Viterbo”. Andrea Fiumana, rappresentante Assocalciatori: “sono qui per raccontare cosa sono i ragazzi: un gruppo straordinario. Certo, a volte venticinque teste non ragionavano tutte uguali, ma guardandosi negli occhi ci siamo trovati sempre d’accordo. Ho giocato per l’Arezzo con diverse maglie, mi dispiaceva veramente molto perdere una realtà come questa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le immagini della conferenza stampa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento