Il sogno che si avvera: Alessandro Riguccini sul ring per il titolo mondiale di pugilato

Otto lettere che compongono una parola dove all’interno è custodito il sogno di una vita: mondiale. Il 29enne di Sansepolcro, Alessandro Riguccini, il prossimo 22 aprile salirà sul ring per il titolo mondiale di pugilato. Da diversi mesi, insieme...

Alessandro Riguccini-2

Otto lettere che compongono una parola dove all’interno è custodito il sogno di una vita: mondiale. Il 29enne di Sansepolcro, Alessandro Riguccini, il prossimo 22 aprile salirà sul ring per il titolo mondiale di pugilato. Da diversi mesi, insieme alla moglie, si trova in Messico con il supporto del Vivi Altotevere Sansepolcro per perfezionare l’arte della boxe e perché no, ora anche per diventare campione del mondo di questa disciplina.

“Finalmente – afferma quasi commosso Alessandro Riguccini - dopo avere vinto 16 incontri da professionista (di cui 12 per KO) e non avere ricevuto nessuna sconfitta, ho avuto la possibilità di salire sul ring per il titolo mondiale anche nella boxe; inoltre, sarà messo in palio anche il titolo intercontinentale della IBF nello stesso incontro e il che mi permetterà, in caso di vittoria, di entrare nei primi 15 al mondo anche di quella federazione”.

Quali soddisfazioni si prova? “Sono molto appagato dalla cosa: da piccolo sognavo di essere campione del mondo nella kickboxing: ci sono riuscito per quattro volte e anche nella federazione più importante (ovvero la WAKO PRO), ma non mi sarei mai aspettato ne di arrivare a 16 vittorie senza nessuna sconfitta nel pugilato professionistico, ne tantomeno di avere l’opportunità di combattere per un titolo mondiale”.

Conosci già il tuo avversario? “Sì, è Jesus Antonio Rios: è molto forte e vanta un curriculum spaventoso composto da 36 vittorie (29 per KO), 9 sconfitte e 1 pari per un totale di 46 incontri professionistici: ben 30 più di me e ha già combattuto più volte nella distanza delle 12 riprese. Però, bisogna tenere conto anche dei quasi 200 match che ho nella kickboxing (tra quelli dilettantistici e professionistici) che potrebbero darmi quell’aiuto necessario a compensare la differenza di esperienza”. Quando e in quale luogo si svolgerà l’incontro? “Sarà in Messico sabato 22 aprile, esattamente nella linea di confine con gli Stati Uniti: la città si chiama Tijuana – Baja”.

E poi il ritorno in Italia come promesso? “Prima voglio vedere come uscirò da questo difficilissimo match: non saprei cosa mi si potrebbe prospettare in caso di vittoria con un avversario di questo rango”. In caso di successo quale primato avrebbe Alessandro Riguccini? “Sarei l’unico nella storia ad aver detenuto il titolo mondiale di pugilato e di tutte e tre le specialità della kickboxing: ovvero Kickboxing, Full Contact e K1; una cosa davvero senza precedenti, tenendo conto che mi sono tra l’altro laureato con 110 e lode in Ingegneria Informatica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto è importante il supporto dei tuoi concittadini? “Conta molto, pur essendo l’Italia un Paese dove gli sport da combattimento non sono molto seguiti. Ci tengo a ringraziare ancora una volta Marco Piccini e Marcello Brizzi per avermi sostenuto attraverso la Vivi Altotevere Sansepolcro, oltre che essere riusciti a farmi trovare un accordo con Errea. Ma ringrazio anche i miei familiari per starmi vicini in questi momenti di difficoltà e spero di riuscire a portare il titolo mondiale di pugilato per la prima volta nella storia a Sansepolcro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento