Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Il ruggito di Nocentini: il 39enne interrompe il digiuno di vittorie

Braccia al cielo per un momento atteso da sette anni. Rinaldo Nocentini, che il sorriso non lo ha mai perso nemmeno davanti agli infortuni, questa sorride di vera gioia sul podio della prima tappa della Volta ao Alentejo. Nessuno ha pensato in...

Braccia al cielo per un momento atteso da sette anni. Rinaldo Nocentini, che il sorriso non lo ha mai perso nemmeno davanti agli infortuni, questa sorride di vera gioia sul podio della prima tappa della Volta ao Alentejo.

Nessuno ha pensato in quei secondi finali e a pochi metri dal traguardo ai 39 anni di quel ragazzo con la divisa dello Sporting Tavira che ha eluso il controllo di avversari come Prades della Caja Rural e Barbero della Movistar.

Nocentini è arrivato nell'ultima fase della corsa insieme ai migliori. Un drappello di 25 ciclisti impegnati nella vittoria della prima tappa. Alla fine il 39enne ha colto l'attimo giusto cosa che in passato lo aveva privato per questione di centimetri del successo. Ecco allora un digiuno di sette anni (ultimo successo 1ª tappa Tour du Haut Var) improvvisamente interrotto e pronto a testimoniare come il 2017 si sia aperto sotto una buona stella.

Già perchè Nocentini pochi giorni fa si è reso protagonista durante la Volta ao Algarve.

Soddisfatto lo Sporting Tavira - società legata al ben più noto Sporting Lisbona - che la scorsa stagione trovò l'accordo con Nocentini rimasto svincolato dopo nove anni dall'Ag2r La Mondiale con la quale aveva indossato per nove giorni la maglia gialla al Tour de France 2009. Una cosa è certa: spezzato il digiuno Nocentini non intende certo fermarsi qui. Fonte foto: pagina Facebook Rinaldo Nocentini. Twitter @MatteoMarzotti
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ruggito di Nocentini: il 39enne interrompe il digiuno di vittorie

ArezzoNotizie è in caricamento