Un aretino dietro l'exploit del beach volley azzurro: è il preparatore Rosellini

Venerdì 19 agosto, ore 4:59 del mattino. Ecco quando e come reimpostare la sveglia per seguire una sfida storica per lo sport italiano. A Rio per la prima volta nella storia del beach volley azzurro una coppia riesce a raggiungere la finale ai...

Venerdì 19 agosto, ore 4:59 del mattino. Ecco quando e come reimpostare la sveglia per seguire una sfida storica per lo sport italiano. A Rio per la prima volta nella storia del beach volley azzurro una coppia riesce a raggiungere la finale ai Giochi Olimpici. Dietro a questo risultato c'è anche un po' di Arezzo.

L'aretino Gioele Rosellini, classe 1990, è infatti il preparatore atletico Nazionale di beach volley e responsabile settore giovanile per il progetto Club Italia. Il suo compito insieme ad Alberto Di Mario, primo preparatore della selezione azzurra, è quello di seguire tutte le coppie, sia quelle impegnate alle Olimpiadi che le altre selezionate.

Nato e cresciuto ad Arezzo dove si è diplomato al Liceo Scientifico "Francesco Redi". La passione di Gioele per lo sport, in primis Judo e Pallavolo, lo ha portato fino a Roma dove ha frequentato l'Università degli Studi di Roma "Foro Italico" unico ateneo italiano, e uno dei pochissimi europei, interamente dedicato alle scienze motorie e sportive. Qui Gioele ha conseguito la laurea triennale in "Scienza motorie e sportive" a cui è seguita quella magistrale in "Scienza e tecniche dello sport" con 100 e lode.
Durante l'ultimo semestre universitario ecco arrivare da Alberto Di Mario, all'epoca professore di Gioele Rosellini, la proposta di collaborare per la preparazione atletica della Top Volley Latina, in serie A 1 di pallavolo maschile.
"E' così iniziata la mia avventura nel mondo della pallavolo italiana, al fianco oltre che di Alberto anche di Gianlorenzo Blengini, oggi allenatore della "Lube" e della nazionale maschile di pallavolo presente a Rio 2016, durante la stagione, poi culminata con una stupenda semifinale scudetto - prosegue Rosellini. E' poi arrivata la proposta di entrare a far parte dello staff della Nazionale, seguendo sia gli atleti che si sono poi qualificati per le Olimpiadi sia quelli più giovani che hanno svolto un percorso parallelo in crescita. Allo stesso tempo mi sono occupato dello screening e dell'allenamento dei convocati per le varie competizioni internazionali giovanili".


Da inizio 2016 nel Centro Tecnico di Formia hai seguito la preparazione della coppia Daniele Lupo - Paolo Nicolai. Ti saresti mai aspettato vederli in finale?



"I ragazzi sono stati straordinari in campo a prescindere da tutto e da tutti. Se mi aspettavo di vederli in finale? Diciamo che guardando la storia dei nostri atleti alle Olimpiadi il primo obiettivo era quello di poter migliorare il nostro score. Aver raggiunto la semifinale era già un bel passo in avanti. Adesso però i nostri ragazzi avranno la possibilità di confrontarsi con una coppia tra le migliori al mondo".

Cosa si prova nel vedere due ragazzi che tu hai preparato e seguito in finale. Senti un po' merito perquisito risultato?



"Penso ci sia poco, pochissimo di mio - ammette Gioele - il merito se l'Italia del beach volley è in finale a Rio è tutto di Paolo e Daniele".




Twitter @Matteo Marzotti
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dilettanti pronti allo stop: "Se il protocollo è questo meglio fermarsi"

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • 7 castelli e ville storiche della provincia di Arezzo che domenica aprono le proprie porte (gratis)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento