Giro d'Italia. Arezzo incorona Brambilla: ottava tappa ricca di grandi emozioni VIDEO

La salita della Scheggia. Anghiari vestita di rosa. L’Alpe di Poti con i suoi tornanti completamente sterrati. E poi ancora la volata di Gianluca Brambilla che da solo tagliato il traguardo sotto gli occhi del Petrarca.
 Non sono certo mancate le...

 

La salita della Scheggia. Anghiari vestita di rosa. L’Alpe di Poti con i suoi tornanti completamente sterrati. E poi ancora la volata di Gianluca Brambilla che da solo tagliato il traguardo sotto gli occhi del Petrarca.
 Non sono certo mancate le forti emozioni durante questa ottava tappa del Giro d’Italia che ha portato la carovana in terra d’Arezzo.

A trionfare alla fine è stato un ragazzo di 28 anni che prima di oggi aveva vinto solo due gare.

Grande prova per Gianluca Brambilla dell’Etixx che fin dall’inizio della tappa si è imposto in testa al gruppo. Il giro di boa per lui è arrivato appena finito l’asfalto sull’Alpe di Poti. Qui ha dominato senza se e senza ma l’intera tappa: 24,8 km di crono solitaria fino al traguardo.

E’ il primo italiano che, in questa edizione del Giro, si trova a vestire la maglia rosa.
 Nel 2003, ultimo anno in cui Arezzo ha ospitato una tappa della grande competizione ciclistica, a vincere era stato un altro grande atleta italiano: Mario Cipollini.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento