Sport

Ente di terzo settore, OA lab e WeAr. Amatucci: "Ecco i nuovi progetti del comitato"

Appuntamento alle 20 a Villa Severi con il primo evento della stagione organizzato da Orgoglio Amaranto. Il primo appuntamento anche per il nuovo consiglio direttivo che ha in Marco Amatucci il nuovo presidente. "Aspettiamo tutti i tifosi a Villa...

MarcoAmatucci_OrgoglioAmaranto5

Appuntamento alle 20 a Villa Severi con il primo evento della stagione organizzato da Orgoglio Amaranto. Il primo appuntamento anche per il nuovo consiglio direttivo che ha in Marco Amatucci il nuovo presidente.

"Aspettiamo tutti i tifosi a Villa Severi per la consegna delle fasce di capitano non solo a Cutolo ma anche a tutti i capitani delle giovanili, del calcio femminile e della Giostra del Saracino".

Cucciniello e Borselli

Sarà il primo evento per il nuovo consiglio direttivo di OA che è stato allargato a undici persone. "Una squadra di calcio davvero unita" commenta Amatucci. Una squadra che vede al proprio interno anche l'ex presidente Duccio Borselli e Roberto Cucciniello a cui è andato il ringraziamento di Amatucci per il lavoro svolto nella fase più delicata per il salvataggio dell'Arezzo. Adesso OA guarda al futuro.

Ente di terzo settore, OA lab, WeAr e poi ovviamente la funzione di controllo. Non c'è alcun taglio con il passato anzi. La volontà è di ripartire sfruttando lo slancio del salvataggio del Cavallino.

"La trasformazione di Orgoglio Amaranto in ente del terzo settore è sicuramente un passo in avanti importante - spiega Amatucci, di professione avvocato e socio di OA fin dalla sua fondazione - la raccolta fondi di poco mesi è stata importantissima. Una volta esaurita l'emergenza però è difficile raccogliere fondi. Ecco allora l'idea di passare da associazione non riconosciuta a ente del terzo settore. Non ci limiteremo a raccogliere fondi, ci metteremo al servizio della città con alcuni progetti in ambito sociale. Tra l'altro la normativa prevede benefici fiscali per chi vorrà fare donazioni al comitato".

Ad ogni modo la funzione di controllo non si esaurirà. Orgoglio Amaranto manterrà la sua mission originaria ma allargherà i propri orizzonti.

"OA lab ad esempio - prosegue Amatucci - è un gruppo che tramite social permette a tifosi e soci del comitato di proporre le loro idee, i loro progetti. Tutti insieme possiamo poi discuterne e capire se e come attuarli".

Tra questi c'è WeAr che è rivolto soprattutto agli studenti aretini. L'idea è quella di permettere a studenti delle scuole superiori aretine di poter svolgere alcuni stage in Inghilterra.

"Lì la passione e l'interesse per la squadra di calcio non si esaurisce dopo 90' di gioco - aggiunge Amatucci - persone che condividono la stessa passione per la squadra di calcio durante la settimana si ritrovano per portare aventi attività di vario genere anche in ambito sociale. Perché non provare allora a replicare questo modello ad Arezzo".

Twitter @MatteoMarzotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ente di terzo settore, OA lab e WeAr. Amatucci: "Ecco i nuovi progetti del comitato"

ArezzoNotizie è in caricamento