Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal Canto: "Abbiamo vinto una partita complicata"

Mister Dal Canto aveva avvisato tutti alla vigilia che con l'Albissola non sarebbe stata una partita facile, e così è stato. "Era una partita difficile, perché viene da noi una squadra ultima in classifica che ha voglia di far vedere che non è...

Mister Dal Canto aveva avvisato tutti alla vigilia che con l'Albissola non sarebbe stata una partita facile, e così è stato. "Era una partita difficile, perché viene da noi una squadra ultima in classifica che ha voglia di far vedere che non è così. Noi veniamo da un periodo dove ci decantano tutti e si aspettano che facciamo un boccone, invece il calcio non è così, e l'ha dimostrato la partita di oggi".

Un Arezzo meno bello, ma comunque efficace. "Siamo stati bravi, non abbiamo rischiato niente e non abbiamo concesso niente. Non è stata pericolosissima per le caratteristiche dei giocatori in campo, c'erano due rifinitori e una punta centrale invece che due attaccanti".

Sul piccolo turn-over effettuato, com'era prevedibile dopo una settimana così impegnativa. "Se faccio il turn-over non va bene, se non faccio il turn-over non va bene. Ho dei giocatori che oggi facevano fatica a giocare la terza partita consecutiva e se avessi messo lo stesso modulo davo dei punti di riferimento a loro che non volevo dare. Alla fine non abbiamo sofferto niente, anche se è vero che non abbiamo prodotto come il solito. Però se io penso che tutte le volte che vado in campo e faccio dieci palle gol come a Torino sono un folle".

L'inserimento di Persano che ha cambiato il volto della partita. "Mettendo Mattia aumentiamo il peso davanti. Però pensare che lui avrebbe potuto fare la terza partita da novanta minuti era follia. Come mercoledì pensare che Belloni potesse rigiocare dall'inizio a Torino era follia. So che ho dei giocatori che se ho bisogno che entrino e facciano quello che devono fare, sono in condizione di farlo".

Sul momento in cui l'Arezzo non riusciva a sbloccare la partita, anche e soprattutto dopo l'occasione che Tassi si è divorato ad inizio ripresa. "Non succede niente se non la vinco. Faccio 0-0 e prendo un punto in casa con l'Albissola, che a qualcuno fa storcere il naso e invece purtroppo alle volte succede così. Ci sono delle partite che se uno non sta attento prende pure due schiaffi e perde".

Sulle capacità tecniche dei giocatori. "Sono contento di essere dove sono e allenare questi ragazzi perché mi danno il piacere di realizzare quello che mi piace, perché hanno un'applicazione e una qualità giusta. Io tento di valorizzarne il più possibile perché se lo meritano".

Dopo una settimana con tre partite giocate si torna alla normalità, e ci sarà anche più tempo per preparare la sfida con l'Olbia di domenica prossima. "Dobbiamo usare questa settimana per recuperare energie e lavorare un po' di più perché non abbiamo lavorato questa settimana. Tentiamo di mettere un po' di benzina, perché fra quindici giorni abbiamo di nuovo un tour de force, forse il più pesante del campionato. Ora riposiamo un giorno e poi testa all'Olbia".

Articoli correlati:

Persano la sblocca, Sala chiude i giochi. L'Arezzo riprende la marcia contro l'Albissola (2-0)

Le pagelle: Belloni il più ispirato, Persano un gol che spacca l'incontro

Twitter @NicolaBrandini

Si parla di

Video popolari

Dal Canto: "Abbiamo vinto una partita complicata"

ArezzoNotizie è in caricamento