menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ghinelli_BlockNotes

Ghinelli_BlockNotes

Crisi Arezzo, Ghinelli a Block Notes: "Più passa il tempo, più la soluzione si allontana"

La salvezza dell’Arezzo è appesa ad un filo davanti a 2 milioni di euro di debiti. Questo in sintesi il quadro emerso nel corso della puntata di Block Notes andata in onda questa sera su Teletruria. “Ricontattare Di Matteo? Non è più...

La salvezza dell'Arezzo è appesa ad un filo davanti a 2 milioni di euro di debiti. Questo in sintesi il quadro emerso nel corso della puntata di Block Notes andata in onda questa sera su Teletruria.

"Ricontattare Di Matteo? Non è più percorribile questa squadra - ha esordito Ghinelli - gli investitori aretini se prima erano dubbiosi adesso lo sono ancor di più. E' vero c'era l'interesse di un fondo di investimenti straniero che non ha nulla a che fare con quello di cui parlava Matteoni. Un pista questa messa in piedi grazie a Roberto Cucciniello. Questo fondo di investimenti ha apprezzato la centralità di Arezzo, le possibilità di sviluppo e questo ci fa piacere, ma adesso non ci sono le condizioni. Ci sono alcune strade da percorrere. Alcune non sono chiuse, ma abbiamo davanti la parete nord del Cervino".

L'Arezzo, un simbolo da salvare. "La squadra è un patrimonio della città che viene rappresentata ovunque va - ha proseguito il sindaco - è doveroso che mi faccia carico di questa situazione ma da esterno. Sinceramente mi posso rimproverare ben poco. La società era nelle mani di Ferretti e lui ha deciso di vendere a Matteoni e alla Neos nonostante l'alternativa proposta dal Comune. In quel momento quella era la proprietà a cui dovevamo fare riferimento che poi ha messo 180mila euro per far fronte ad alcune scadenze. Le parole di Pavanel? Rispetto il mister con il quale ci siamo ripromessi di vederci e parlare di questa vicenda per un confronto".

Mercoledì l'incontro con i dirigenti della Lega Pro. "Il presidente Gravina si è espresso positivamente circa l'ecussione della fideiussione (350mila euro) che rappresenterebbero una boccata di ossigeno e potrebbe convincere la squadra a giocare con il Livorno - ha aggiunto il sindaco Ghinelli - è chiaro che poco dopo saremo di nuovo a capo: il tempo è poco, i debiti aumentano e la soluzione si allontana".

Intervento telefonico anche dell'ex presidente Mauro Ferretti che ha negato di essere dietro a quanto accaduto e che non c'è alcun legame tra lui e Matteoni.

Articoli correlati:

Sciopero o no il Livorno domenica sarà ad Arezzo. Assemblea di OA Twitter @MatteoMarzotti
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento