menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano le competizioni al Miravalle di Montevarchi

Debutta in Valdarno il Trofeo Centro-Sud su un percorso del tutto nuovo. Domenica le gare a Miravalle

Ad un anno esatto dall’ultima gara, il crossodromo Miravalle di Montevarchi torna ad ospitare una competizione motociclistica. Domenica 13 settembre, ancora con le formula “a porte chiuse” (ovvero in assenza di pubblico), nel rispetto delle norme anti-covid, l’impianto gestito dal Moto Club Brilli Peri farà da scenario alla prima prova del Trofeo Centro-Sud di trial.

Questa specialità, basata non sulla velocità ma sulla capacità dei piloti di affrontare ostacoli apparentemente insuperabili, aveva già fatto tappa nel 2019 al Miravalle e vi torna per dar vita ad un appuntamento di grande significato.

Oltre a segnare la ripresa delle competizioni a Montevarchi, la gara apre anche il Trofeo Centro-Sud e costituisce il primo evento di rilievo per il trial dopo l’unica gara nazionale disputata, a luglio, che ha aperto il tricolore.

A darsi battaglia per il trofeo che raccoglie i migliori trialisti dell’Italia centro-meridionale saranno una cinquantina di piloti che, nel tempo massimo di cinque ore, dovranno coprire tre giri del percorso lungo i quali troveranno 8 zone no-stop. Sono i tratti più impegnativi che devono essere superati commettendo il minor numero possibile di errori.

Insieme ai tecnici del settore, lo staff del Brilli Peri ha predisposto un itinerario completamente nuovo che sfrutta la particolare conformazione dell’area e che, sui terrazzamenti del crossodromo, presenta le “zone” artificiali, create utilizzando pietroni inediti, che formeranno asperità non proposte prima.

La gara scatterà alle 10.00 di domenica mattina e al termine si svolgerà la premiazione. L’assenza del campione assoluto 2019, l’umbro Giacomo Gasco, ingegnere presso la Beta, casa motociclistica di Rignano sull’Arno, crea una situazione di incertezza sull’esito del confronto, senza un favorito d’obbligo.

Per il Moto Club Brilli Peri si tratta del primo passo, non senza qualche comprensibile apprensione, verso il ritorno ad una normalità fortemente desiderata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento