Sport

C'è Pisa-Arezzo. Pavanel: "In campo a viso aperto. Servirà la partita perfetta"

"Non possiamo pensare di scendere in campo e aspettare per giocare di rimessa". Massimo Pavanel traccia la rotta in vista del del quarto derby consecutivo. Per l'Arezzo l'imperativo è quello di affrontare a viso aperto i nerazzurri. "Sappiamo...

Massimo_Pavanel_conferenza_Monza3

"Non possiamo pensare di scendere in campo e aspettare per giocare di rimessa". Massimo Pavanel traccia la rotta in vista del del quarto derby consecutivo. Per l'Arezzo l'imperativo è quello di affrontare a viso aperto i nerazzurri.

"Sappiamo perfettamente che domani affronteremo una squadra forte - spiega Pavanel - servirà la gara perfetta per uscire dall'Arena Garibaldi con un risultato positivo".

Il Pisa anche secondo lei ha forse l'organico più forte del girone?

"Credo che presi singolarmente il valore dei loro giocatori sia pari sulla carta a quello dell'Alessandria che però ha incontrato alcune difficoltà - prosegue Pavanel - il Livorno però è stato più continuo, più squadra fin dalle prime battute scendendo in campo con personalità. Il Pisa è sulla strada giusta e sta raggiungendo a grandi passi gli amaranto. Noi domani cercheremo di ostacolarli e vediamo se riusciremo a farli inciampare. A livello tattico potrebbero scegliere tra un 3-5-2 o la conferma del tridente".

L'Arezzo come arriva a questo derby?

"Mancheranno Cenetti, Criscuolo e Benucci - risponde Pavanel - per quanto riguarda il modulo abbiamo la possibilità di cambiare anche a partita in corso senza dover ricorrere alle sostituzioni. Vediamo però come si disporranno i nostri avversari e come evolverà la partita. Di certo c'è che non possiamo permetterci disattenzioni. Massima concentrazione e aggressività per l'intera durata dell'incontro soprattutto sulle palle inattive".

Adesso che è stato ufficializzato il nuovo cda che effetto le ha fatto l'ingresso della nuova proprietà?

"Sinceramente mi ha fatto una buona impressione. Premetto però che io mi relaziono principalmente con il Zavaglia e Di Iorio. I direttori hanno le idee chiare, vogliono programmare a piccoli passi creando giocatori di qualità ma soprattutto di proprietà. Su questo mi trovano pienamente d'accordo e hanno la mia completa disponibilità a lavorare con i giovani".

Possono cambiare gli obiettivi di questa stagione?

"Non dobbiamo mai dimenticare che questa stagione è iniziata in salita tra mercato bloccato e punti di penalità. A gennaio arriverà un'altra penalizzazione e quando ti mancano tre o quattro punti non puoi certo andare a cercarli dietro l'angolo. Noi pensiamo a restare nella parte bianca della classifica poi magari se arriverà qualcosa di più vedremo. I playoff? Sono una lotteria con poche probabilità di vittoria, ma se partecipi puoi avere una chance".

Articoli correlati:

Emergenza in mediana: si ferma anche Yebli. Due ipotesi per Pavanel

Matteoni: "Sono ufficialmente presidente". Obiettivo vivaio e più tifosi allo stadio

US Arezzo, ecco il nuovo cda Twitter @MatteoMarzotti
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è Pisa-Arezzo. Pavanel: "In campo a viso aperto. Servirà la partita perfetta"

ArezzoNotizie è in caricamento