rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Capuano: "Chi commette violenza non è mio amico"

Difficile parlare di calcio giocato e della sfida con il Savona dopo il ko nel derby e i fatti del dopo partita. Ezio Capuano però non si nasconde dietro ad un dito e chiarisce subito la sua posizione in merito alla vicenda che ha visto come...

Difficile parlare di calcio giocato e della sfida con il Savona dopo il ko nel derby e i fatti del dopo partita. Ezio Capuano però non si nasconde dietro ad un dito e chiarisce subito la sua posizione in merito alla vicenda che ha visto come protagonisti Simone De Martino, il padre e vice presidente dell'Arezzo Enrico, e il giornalista Andrea Avato.

"Chi commette una violenza non avrà mai Capuano come amico - afferma Eziolino. E' un episodio che stigmatizzato quello avvenuto nel dopo partita, mi auguro dovuto all'adrenalina che non va certamente condiviso. Per quanto mi riguarda posso dire che De Martino è un ragazzo per bene, serio e che si impegna ogni giorno sul campo".

Capuano però fa subito una distinzione da quando accaduto lo scorso ottobre con Nicolò Sperotto, l'autore della registrazione all'interno dello spogliatoio di Lucignano. Per il giocatore infatti arrivò come sanzione l'allontanamento seguito dalla rescissione del contratto.

"Ho letto e sentito alcuni accostare quanto fatto da Sperotto al gesto di De Martino e a mio avviso è un accostamento inveritiero per criticare chi prende delle decisioni- spiega Capuano. Sperotto è stato autore di un gesto gravissimo che ha minato la serenità dello spogliatoio e inficiato il rapporto all'interno della squadra, tra giocatori e staff tecnico. Non ho visto quanto accaduto a Pisa. Si tratta di un gesto violento contro un giornalista che tuttavia non ha niente a che vedere con lo spogliatoio. Nessun allenatore o responsabile dell'area tecnica avrebbe potuto prendere provvedimenti. State pur certi che se l'autore della registrazione fosse stato De Martino avrei preso la stessa decisione, lo avrei allontanato".

Twitter @MatteoMarzotti

Video popolari

Capuano: "Chi commette violenza non è mio amico"

ArezzoNotizie è in caricamento