menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Arezzo sfiora l'impresa a Trieste. A Pinna risponde Gomez (2-2)

Trieste resta tabù. Amaranto avanti con Pinna due volte, ma Gomez pareggia. Un punto per dare continuità, anche se i tre punti sembravano ad un passo

Stellone cambia modulo. Alla ricerca della continuità dopo la vittoria contro il Matelica il tecnico amaranto, alla prese con diverse assenze, vira sul 3-5-2. Difesa con Maggioni, Sbraga, Pinna. Tornano dall'inizio Luciani e Karkalis mentre al centro ecco Arini, Di Paolantonio e Serrotti mentre davanti Iacoponi fa coppia con Perez. Pillon conferma il 4-3-1-2. Non c'è Lepore, al suo posto Tartaglia a sinistra, mentre in attacco Sarno agisce alle spalle di Gomez e Mensah.

Pronti via e l'Arezzo passa alla prima occasione. Iacoponi guadagna una punizione sulla destra. Pinna si incarica della battuta e la piazza sul primo palo dove, con la complicità di Offredi, trova la sua prima rete in amaranto. La Triestina manovra, l'Arezzo difende e cerca la ripartenza. Con il passare dei minuti i padroni di casa alzano i giri. Sarno ci prova due volte da fuori ma prima non trova la porta e sul secondo tiro ci pensa Sala a mandare in angolo. Al 21' arriva il pari. Cross dalla destra e Gomez appostato sul lato opposto insacca. Passano pochi minuti però e l'Arezzo mette in scena la replica del primo gol. Iacoponi guadagna una punizione dal limite e Pinna batte ancora Offredi. Due punizioni e due gol per il difensore. La Triestina insiste nella manovra, l'Arezzo sui contropiedi e sul finire del primo tempo ancora Iacoponi mette in difficoltà la difesa biancorossa appoggiando poi per Serrotti che trova la risposta di Offredi. La Triestina ha un'ultima occasione su calcio d'angolo ma il Cavallino si salva e va al riposo in vantaggio per 2-1.

La ripresa si apre con la doppia occasione per la Triestina che ci prova con Procaccio e Capela, ma Sala fa buona guardia. L'Arezzo è ancora nei contropiedi di Iacoponi che va da solo ma viene murato al limite, Arini prende la respinta ma anche lui viene murato. Sul capovolgimento di fronte Mensah entra in area, prova a passare tra Maggioni e Arini che lo atterra e per l'arbitro è rigore. Sul dischetto va Gomez che pareggia. L'Arezzo si riaffaccia in avanti con Serrotti che di testa, su cross di Luciani, impatta bene ma Offredi respinge con gli amaranto che chiedono a gran voce il gol perchè il pallone avrebbe varcato la linea. Pinna ci prova addirittura da centrocampo, aiutato dal vento, ma il pallone sorvola di poco la traversa. Esce Perez per Piu e il neo-entrato si mette in luce su un lancio dalle retrovie servendo Iacoponi il quale manda al tiro Di Paolantonio dal limite con il pallone che esce di pochissimo. Calano i ritmi, la Triestina prova a mettere Litteri per dare peso in attacco, l'Arezzo mette dentro Cerci. E proprio l'ex Roma all'89' va vicino al gol. Traversone di Piu e Cerci che gira verso la porta mancando di poco il bersaglio.

Termina qui la partita. L'Arezzo, che alla vigilia cercava anche solo un punto per avere continuità, si rammarica per l'occasione sprecata, segnata anche da alcune scelte arbitrali da rivedere. La Triestina allunga la serie utile e resta in coda del gruppo delle migliori in chiave playoff. Per il Cavallino un pari che può comunque servire a trovare convinzione in vista della prossima partita interna.

TRIESTINA (4-3-1-2): 1 Offredi; 6 Lopez, 5 Lambrughi, 4 Capela, 16 Tartaglia; 27 Calvano (45' st 8 Maracchi), 24 Giorico, 17 Procaccio; 10 Sarno (20' st 18 Rizzo); 25 Gomez, 7 Mensah (25' st 32 Litteri).
A disposizione: 12 Valentini, 33 Rossi, 3 Brivio, 9 Granoche, 14 Rapisarda, 15 Ligi, 23 Struna, 26 Palmucci.
Allenatore: Giuseppe Pillon.

AREZZO (3-5-2): 1 Sala; 15 Maggioni, 5 Sbraga, 19 Pinna; 16 Luciani, 4 Arini, 31 Di Paolantonio, 37 Serrotti (47' st 6 Soumah), 36 Karkalis (29' st 26 Ventola); 44 Iacoponi (29' st 11 Cerci), 27 Perez (17' st 24 Piu).
A disposizione: 13 Melgrati, 8 Carletti, 23 Di Grazia, 25 Sussi, 29 Kodr.
Allenatore: Roberto Stellone.
Diffidati: 3 Cherubin. Infortunati: 3 Cherubin, 7 Belloni, 9 Pesenti, 10 Cutolo, 21 Benucci, 28 Bonaccorsi, 35 Zitelli, Picchi. Non convocati: 2 Sportelli, 12 Gagliardi, 14 Nader, 17 Di Nardo, 18 Stampete, 30 Gagliardotto, 32 Zuppel, Sakho, Raja. Squalificati: 46 Altobelli (un turno).
ARBITRO: Andrea Bordin di Bassano del Grappa (Simone Teodori di Fermo - Emilio Micalizzi di Palermo). Quarto uomo: Sajmir Kumara di Verona.
RETI: pt 2' Pinna, 21' Gomez, 27' Pinna; st 9' Gomez.
Note - Spettatoripartita a porte chiuseRecupero: 1' + 4'. Angoli: 6-2. Ammoniti: pt 36' Lambrughi, 38' Di Paolantonio; st 13' Stellone, 47' Luciani, 49' Pillon.

Serie C girone B - 27°giornata
Gubbio - Vis Pesaro 1-1
Imolese - Mantova 1-5
Matelica - Virtusvecomp Verona 1-0
Sambenedettese - Südtirol 0-4
Feralpisalò - Legnago 1-0
Perugia - Modena 3-0
Carpi - Fermana 0-0
Fano - Ravenna 1-1
Padova - Cesena 0-0
La classifica

Il prossimo turno
Perugia - Sambenedettese 02/03 ore 17:30
Arezzo - Mantova 03/03 ore 15:00
Fermana - Cesena 03/03 ore 15:00
Legnago - Carpi 03/03 ore 15:00
Vis Pesaro - Feralpisalò 03/03 ore 15:00
Modena - Imolese 03/03 ore 17:30
Ravenna - Matelica 03/03 ore 17:30
Sudtirol - Fano 03/03 ore 17:30
Triestina - Gubbio 03/03 ore 17:30
Virtusvecomp Verona - Padova 03/03 ore 20:00

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento