Venerdì, 25 Giugno 2021
Calcio Via Antonio Gramsci

Arezzo, parla Tassi: "Era giusto fermarsi". Allenamenti 'a casa' aspettando tempi migliori

Gli amaranto sono ai box. Nessuno però ha lasciato Arezzo perchè tra una settimana c'è la ripresa. Tassi: "Ecco come passo le giornate"

Lorenzo Tassi

Gli allenamenti sono sospesi fino al 17 marzo, ma nessuno degli amaranto ha lasciato Arezzo. "Io ad esempio se tornassi a casa, in Lombardia, poi dovrei andare in quarantena". A parlare è Lorenzo Tassi, uno tra i giocatori più impiegati da inizio stagione e che eppure nei primi giorni di ritiro sembrava destinato a partire. Pochissime presenze nella stagione precedente, ecco che sotto Di Donato si è ritagliato un ruolo da protagonista.

"E' normale quando trovi continuità e la fiducia di mister e compagni - spiega Tassi - più giochi e più trovi la condizione. I compagni però mi hanno sempre aiutato, anche quando ho trovato meno spazio".

Dietrofront Arezzo, allenamenti sospesi

Niente allenamenti fino al 17 marzoCome passi le giornate?

"In casa. La mattina magari mi riposo un po' di più rispetto al solito, poi nel pomeriggio mi alleno restando in casa. Seguo un programma specifico, poi guardo qualche serie tv...c'è poco da fare, per fortuna in questi giorni c'era la Champions League. Ci hanno detto di restare in casa e prendere alcune precauzioni insomma, come tutti sanno. Io e i miei compagni rispetteremo le indicazioni, al massimo ci potremo allenare singolarmente".

Ti è capitato di ripensare alla partita di Monza, l'ultima giocata ad oggi?

"Ricordo che già in ritiro, eravamo nei pressi di Bergamo, parlavamo dei casi di Coronavirus. C'era l'idea che se la partita con il Monza fosse stata di domenica non avremmo giocato. Dispiace essersi fermati perchè eravamo in un buon momento. Un po' come accaduto prima di Natale, ma sinceramente era giusto così".

E del gol al Monza invece?

"C'era la mia ragazza, mio fratello e alcuni amici in tribuna. E' per questo che sono andanto ad esultare sotto di loro..."

Adesso invece lo stop, almeno fino al 17 marzo.

"Guarda è meglio così - aggiunge Tassi - ci sono stati non so quanti cambi di programma. Lo stop è giusto anche se dispiace e ci porterà ad allenarci in gruppi e a giorni alterni, ma sinceramente c'era del disagio nel proseguire così. Adesso aspettiamo e speriamo che passi al più presto questo momento".

Fra compagni di squadra vi sentite spesso?

"Siamo stati insieme fino a martedì, poi ci sentiamo via sms. Abbiamo la nostra chat di squadra".

Cosa può accadere dopo una sosta così lunga alla ripresa?

"Difficile dirlo perchè l'ultima partita risale al 22 febbraio. Nella migliore delle ipotesi potremmo tornare in campo a inizio aprile, dopo oltre 40 giorni. Sicuramente dovremo fare un richiamo di preparazione, cercare di recupare i giocatori che hanno avuto alcuni problemi fisici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo, parla Tassi: "Era giusto fermarsi". Allenamenti 'a casa' aspettando tempi migliori

ArezzoNotizie è in caricamento