rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Calcio

Strambelli non c'è ma all'Arezzo servono gol e punti. Tridente in attacco contro la Pianese

Il fantasista fuori per infortunio, Sussi conferma il 433 con Mancino che potrebbe giocare a centrocampo oppure in avanti. Mercato, presi i due terzini under Giofrè e Zona: mancano soltanto le firme

E' vero che ha una partita in meno rispetto alla concorrenza, ma l'Arezzo oggi si trova a -11 dalla capolista San Donato e a -4 dalle seconde, cioè Gavorrano, Poggibonsi e Badesse. A buttare l'occhio sulla classifica si corre il rischio di farsi prendere dall'ansia e/o dalla depressione ed è per questo che Andrea Sussi stamani ha parlato chiaro: “Testa sul manubrio fino al 22 dicembre, quando giocheremo l'ultima partita prima della sosta. Quel giorno daremo uno sguardo al campionato e valuteremo la situazione. Voglio evitare che la squadra si faccia prendere dalla frenesia o dalla paura, come successo nel primo tempo con la Pro Livorno. Noi ora dobbiamo solo fare risultato, non abbiamo alternative”.

Domani al Comunale arriva la Pianese di Roberto Bacci, un ex che ad Arezzo ha lasciato ottimi ricordi da calciatore ma pur sempre un ex. E tutti sanno che i vecchi amaranto sono il pericolo numero uno, in campo e in panchina, dai tempi dei tempi. I bianconeri non vincono da sei giornate ma sono una squadra con valori tecnici importanti, che giocano un 4231 propositivo e che vorranno riscattarsi nell'occasione più prestigiosa.

“Noi partiremo con il 433 – ha spiegato Sussi – e vorrei rivedere l'approccio che abbiamo avuto a Scandicci mercoledì. Mi sarebbe piaciuto terminare la partita su un campo in condizioni decenti perché sono sicuro che avremmo fatto bene. Domani comunque sarà fondamentale aiutarci, correre bene e riproporre quello che abbiamo provato in allenamento. Mancherà Strambelli ma davanti ho diverse alternative, sono tranquillo. Foggia? Gli serve il gol, gli ho chiesto di attaccare con più cattiveria l'area piccola. Sono sicuro che si sbloccherà”.

La formazione sembra fatta: Colombo tra i pali, Mastino e Campaner sugli esterni di difesa, Lomasto e Frosali centrali, Pizzutelli play, Marchi mediano di destra, Foggia centravanti e Calderini a sinistra nel tridente. Poi dipende da Mancino: se Sussi lo piazzerà in attacco, in mediana toccherà a Sicurella, favorito su Pisanu. Se Mancino giocherà a metà campo, ballottaggio Cutolo-Muzzi-Marras davanti.

Intanto sono in via di definizione un altro paio di operazioni di mercato. Sussi ha annunciato che per Samuele Zona (2003) e Paolo Giofrè (2001) mancano solo le firme. I due under, entrambi terzini sinistri, sono già aggregati al gruppo in attesa di sbrigare le ultime formalità burocratiche. Zona, che con la maglia del Rieti si infortunò alla caviglia proprio contro l'Arezzo, tornerà a disposizione nel 2022. Invece Giofrè, nelle ultime due stagioni promosso in C sia con la Turris che con il Messina, potrà essere utilizzato dal 22 dicembre.

Restano in uscita Evangelista, Panatti e Pinna, mentre l'obiettivo in entrata è una prima punta, movimento da perfezionare il prima possibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strambelli non c'è ma all'Arezzo servono gol e punti. Tridente in attacco contro la Pianese

ArezzoNotizie è in caricamento