rotate-mobile
Calcio

Arezzo, dopo il punto di Ferrara la salvezza si avvicina. Ma Indiani guarda più su

Gli amaranto hanno dimostrato maturità contro la Spal, tenendo lo 0-0 anche in inferiorità numerica. Bene Trombini e Damiani, con la classifica che resta buona. L'allenatore però vorrebbe qualcosa più della salvezza

PUNTO DI SOSTANZA - L'Arezzo aggiunge alla classifica un buon punto in una trasferta insidiosa, anche se la partita, stringi stringi, si è rivelata meno complicata del previsto. Quando ha potuto giocare con l'uomo in più la Spal si è spenta e Trombini, che prima era stato decisivo due volte, non ha fatto una parata. Bene gli amaranto, ordinati e battaglieri, agevolati anche dalla prestazione opaca di una Spal che gioca in uno stadio da serie A, è piena di elementi talentuosi ma non ha mai alzato i ritmi. Meriti e demeriti, come sempre, si mescolano.

UNO IN MENO - Il pari è giusto, l'Arezzo se l'è meritato, mantenendo ordine e combattività pure in dieci. Su questo ha ragione Indiani, è stato un segnale di maturità non indifferente, di fronte alla sesta espulsione stagionale. Le altre volte non era mai andata granché bene: in inferiorità numerica la squadra aveva sempre perso e solo a Vercelli con il Sestri Levante aveva strappato lo 0-0. Ma lì erano con l'uomo in meno anche gli avversari. A Ferrara, sotto questo aspetto, c'è stato un progresso che fa parte del percorso di crescita. In autunno, forse, l'Arezzo la partita l'avrebbe persa.

TRAGUARDO PIU' VICINO - Per un motivo o per l'altro, vincerne due di fila resta un compito improbo (è successo solo una volta in stagione). Un po' gli alti e bassi del gruppo, un po' il valore degli avversari, un po' gli episodi, fatto sta che di mezzo ci si è sempre messo qualcosa. Ed è questo uno dei motivi per cui l'Arezzo non si è mai stabilizzato nella parte sinistra della classifica. Un altro, come diceva Indiani alla vigilia, è la mancanza dei gol dei centrocampisti. Un altro è la carenza di segnature dei subentrati (solo 3 finora). Resta il fatto che, dopo 9 giornate del girone di ritorno, in cassa ci sono 12 punti. All'andata, dopo il 3-1 alla Spal, erano 11. Piano piano, la salvezza si avvicina.

spal arezzo tifosi

PIU' SU - A questo proposito, Indiani ha detto una cosa non banale. E cioè che nella sua testa non c'è solo il traguardo della permanenza in categoria ma qualcosa di più gustoso, che si chiama piazzamento playoff. In C le prime dieci della classifica vanno ai turni preliminari degli spareggi per la B, quindi l'obiettivo non è fuori portata. Sarà interessante, di qui al 28 aprile, vedere se la squadra saprà alzare l'asticella delle proprie ambizioni oppure se per quest'anno godrà solo chi si accontenta.

COSE BUONE - Due parole sui singoli. Trombini, dopo l'errore di Sassari che mandò a monte la partita, poteva restarci sotto. Invece è cresciuto, ha conservato l'esplosività tra i pali e migliorato la dimestichezza con i piedi. E' al debutto in C, è uno di quei profili che possono tornare buoni in prospettiva. L'altro è Damiani, altro esordiente, alla seconda stagione tra i grandi dopo il vivaio dell'Udinese. Sta venendo fuori con personalità, sa giocare, è un tesoretto prezioso. Donati è un terzino completo come da anni non si vedevano. Se Giovannini e Cutolo riescono a tenerselo pure per il prossimo torneo, fanno bingo. Settembrini è stato bravo in campo, al netto delle difficoltà di giocare in una posizione che gli è congeniale solo in parte, ed è stato bravo anche dopo. Magari il turn over gli resta sullo stomaco (o magari no) ma ha detto l'esatto contrario perché alla squadra serve questo. E un capitano fa così.

STADIO VERO - A pochi giorni da quello di Cesena, si è giocato in un altro un palcoscenico stimolante come il "Mazza". Il calcio è calcio da tutte le parti e in qualunque categoria. Ma sventolare i bandieroni in certi stadi, di fronte a certe tifoserie (al di là della rivalità), è tutt'altra roba. Dopo aver trepidato a Montespaccato e Ghivizzano, anche questo dettaglio ha la sua importanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo, dopo il punto di Ferrara la salvezza si avvicina. Ma Indiani guarda più su

ArezzoNotizie è in caricamento