rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Calcio

Sangiovannese, col Grosseto per ritrovare la vittoria perduta. Firicano: "Serve killer instinct"

Domenica trasferta di prestigio allo 'Zecchini'. I valdarnesi non conquistano i tre punti da oltre un mese

Era il 2 ottobre, una rete di Zhar piegava il Tau Altopascio e la Sangiovannese centrava la terza vittoria nelle prime cinque gare di campionato. Da quel giorno è passato oltre un mese e i valdarnesi non sono più riusciti a centrare i tre punti, tra prestazioni sottotono (vedi Orvietana) ma anche prove importanti, nelle quali è mancato soltanto lo zampino vincente (Flaminia). Tre pareggi di fila con Trestina, Poggibonsi e Orvietana, poi il passo falso interno col Follonica Gavorrano, infine l'1-1 del 'Fedini' contro la Flaminia nell'ultimo turno: questo il rendimento recente della Sangio, adesso collocata a metà classifica a quota 13 punti (quattro in meno dalla zona playoff, due in più sui playout).

"Abbiamo fatto un'ottima gara - ha commentato mister Aldo Firicano nel post-gara di domenica scorsa contro la Flaminia - con tante buone cose e qualche errore: il più grave quel calo di tensione sul calcio d'angolo che ha consentito alla Flaminia di pareggiare una partita dove, se c'era una squadra che doveva vincere, eravamo noi. Non è stato tanto il numero di occasioni create, quanto l'evidenza delle palle gol. Recriminiamo anche un rigore su Nannini. Siamo stati bravi, non bravissimi: ci è mancato quel killer instinct che una squadra un po' più esperta dovrebbe avere maggiormente nelle sue corde. Prendiamo questo buon punto ma mastico amaro".

Adesso la testa della Sangiovannese è volta alla prestigiosa sfida in casa del Grosseto, in programma domenica 13 novembre alle ore 14.30. I maremmani sono reduci da un inizio di stagione non semplice, con un ruolino di marcia di tre vittorie, due pareggi e cinque sconfitte che vale gli attuali undici punti in classifica, in zona playout. La formazione allenata da Andrea Liguori (subentrato a metà settembre a Massimo Silva) conta il secondo attacco meno prolifico del girone con 7 gol segnati in 10 giornate, ma si rifà con numeri importanti a livello difensivo (9 reti incassate) che ne fanno la terza miglior retroguardia dietro solo ad Arezzo e Livorno. Il Grosseto arriva da una sconfitta 1-0 in casa dell'Ostia Mare e tra le mura amiche del 'Carlo Zecchini' ha conquistato cinque punti in cinque gare: stesso bottino ottenuto dalla Sangiovannese lontano dal 'Virgilio Fedini' seppur con una partita in meno rispetto ai maremmani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangiovannese, col Grosseto per ritrovare la vittoria perduta. Firicano: "Serve killer instinct"

ArezzoNotizie è in caricamento