menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lega Pro, posticipati i calendari. L'Arezzo potrebbe spostarsi a est nel girone B

Le ipotesi sui gironi mentre la data per la compilazione dei calendari slitta a causa del ricorso di Picerno e Bitonto

La retrocessione del Picerno, la penalizzazione del Bitonto, unita ai ripescaggi e alle riammissioni in serie C tengono banco. La cerimonia di compilazione dei calendari di serie C, prevista per il 10 settembre nel Salone d'onore del Coni è stata annullata. L'appuntamento verrà fissato nuovamente in calendario più avanti. La comunicazione arriva dalla stessa Lega Pro tramite una nota in cui spiega come "per rispetto alle decisioni della Giustizia Sportiva" sia stata presa la decisione di "posticipare lo svolgimento del sorteggio dei calendari del campionato 2020-2021".

Prove tecniche di 3-4-3. In attesa del mercato le prime consegne di mister Potenza

Un evento che sarà preceduto dalla compilazione dei gironi. Secondo i beninformati la data clou era quella di martedì 8 settembre, ma che adesso torna in discussione. A breve, comunque, l'Arezzo insieme alle altre 59 formazioni sapranno i nomi delle dirette concorrenti. C'è subito da ricordare che la Lega Pro al termine dell'ultimo consiglio di Lega ha già anticipato il metodo di suddivisione, che non subirà variazioni rispetto a quello delle ultime stagioni. Niente girone Nord, Centro e Sud come auspicavano i tifosi amaranto, sognando i derby toscani e quelli con il Perugia e Ternana. Si procederà con il girone C che rappresenterà i club da Terni fino alla Sicilia. Quindi il gruppo Tirrenico-occidentale e quello adriatico orientale, spaccando in due la Lombardia.

In questi termini l'Arezzo sembra sulla carta destinato allo stesso girone A delle precedenti stagioni. Quindi un gruppo con tutte le toscane, Livorno in primis, piemontesi, l'unica sarda Olbia e parte delle lombarde. Da qualche ora però un'ipotesi si sta facendo sempre più largo e cioè che l'Arezzo possa cambiare girone trasferendosi ad est, nel gruppo B.

Sarebbe un risparmio, secondo alcuni, in termini di chilometri. Cesena, Modena, Imola, Perugia, Gubbio, ma anche Fermo, Pesaro, Ravenna, Sambenedettese, Padova, Fano e Carpi sarebbero possibili le avversarie assieme a FeralpiSalò, SudTirol e Triestina. Come detto si tratta di una ipotesi che sta prendendo campo ma che potrebbe non dispiacere più di tanto.

Ecco come sarebbero suddivisi i gironi in caso di passaggio dell'Arezzo nel gruppo B.

Girone A
Albinoleffe, Alessandria, Carrarese, Como, Giana Erminio, Grosseto, Juventus Under 23, Lecco, Livorno, Lucchese, Novara, Olbia, Pergolettese, Piacenza, Pistoiese, Pontedera, Pro Patria, Pro Sesto, Pro Vercelli, Renate.

Girone B
Arezzo, Carpi, Cesena, FeralpiSalò, Gubbio, Legnago, Fano, Fermana, Imolese, Mantova, Matelica, Modena, Padova, Perugia, Ravenna, Sambenedettese, SüdTirol, Triestina, Virtus Verona, Vis Pesaro.

Girone C
Avellino, Bari, Bisceglie, Casertana, Catania, Catanzaro, Cavese, Foggia, Juve Stabia, Monopoli, Paganese, Palermo, Potenza, Teramo, Ternana, Trapani, Turris, Vibonese, Virtus Francavilla, Viterbese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento