Calcio

Ripresa Eccellenza: due terzi dei club pronti a giocare. Foiano e Baldaccio dicono no

Ieri sera la riunione telematica tra i 36 club. In mattinata le pec delle società per comunicare le rispettive decisioni. Prima giornata ad aprile

Almeno due terzi delle società toscane iscritte al torneo di Eccellenza sarebbero disposte a tornare in campo. È quanto emerso nella riunione di ieri sera, in via telematica, tra i club e la Figc Toscana. Sono almeno 20 le società che hanno detto sì e che comunicheranno nel giro delle prossime ore via Pec la propria decisione.

Ripresa del campionato di Eccellenza? La Sansovino dice no:"O tutti o nessuno"

Alcune sono indecise, altre invece sono già dirette verso il no. Già perchè l'Eccellenza adotterà un provvedimento simile a quello che ha interessato la Lega Pro la scorsa estate in tema di playoff. Chi scenderà in campo dovrà attenersi al protocollo, ai tamponi e tutto il resto. Si parla di un accordo simile a quello sottoscritto dalla serie D con un laboratorio specializzato di Roma oppure con altre associazioni di volontoriato impegnate in ambito sanitario. Ad ogni modo i tamponi potrebbero venire a costare tra i 7 e i 10 euro l'uno secondo alcuni siti specializzati, ma a tal proposito si cercano conferme.

Ma chi scenderà in campo? L'elenco è complesso senza un comunicato ufficiale da parte di Firenze. Di certo la Baldaccio Bruni non tornerà in campo. Troppo difficile visto che buona parte dei calciatori viene dalla vicina Umbria dove l'Eccellenza non ripartirà. Nemmeno il Foiano ha intenzione di scendere in campo assumendosi i rischi del caso. Orientato verso la ripartenza c'è il Terranuova Traiana.

Adesso, oltre all'elenco di chi scenderà in campo, viene da chiedersi con quale format. Recuperi a parte il campionato è fermo alla seconda giornata. Con un alto numero di squadre che non torneranno in campo è chiaro che dovrà essere stilato un nuovo calendario e ancor prima due nuovi gironi su base di vicinanza geografica. L'inizio del nuovo campionato potrebbe avvenire domenica 11 aprile, quindi un solo girone di andata e poi gli spareggi senza contemplare retrocessioni. Ovviamente, è bene ricordarlo, si tratta di ipotesi che necessitano di conferme. Di certo le discussioni sono destinate a proseguire soprattutto tra le categorie anche inferiori che avevano chiesto lo stop e la ripartenza per tutti e non solo per alcuni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripresa Eccellenza: due terzi dei club pronti a giocare. Foiano e Baldaccio dicono no

ArezzoNotizie è in caricamento