Amarcord Arezzo | Quella trasferta a Rimini passando da Via Maggio. Era il 10 dicembre 1939...

Luciano Favi aveva 18 anni quel 10 dicembre 1939 quando salì sul pullman della squadra amaranto per seguire l'Arezzo nella trasferta di Rimini...

I tifosi con l'Arezzo al Passo di Via Maggio

"Tutti noi abbiamo una giornata particolare che si fissa nella nostra mente e ricordiamo con piacere per anniIl ricordo è a volte legato alla squadra di calcio della propria città: la squadra del cuorePer mio babbo la giornata particolare è quella del 10 dicembre 1939 quando seguì l'Arezzo a Rimini". Claudio Favi apre il cassetto dei ricordi tirando fuori non una ma ben due foto di quella giornata, quando suo padre Luciano non solo seguì l'Arezzo ma viaggiò insieme alla squadra alla volta di Rimini. 

Quell'anno l'Arezzo era stato inserito nel girone F di serie C. Allenatore - come ricorda Raffaello Emiliani in "Amaranto siamo noi" - era Luigi Cevenni "gloria del calcio italianodell'Inter e della nazionale azzurra". La rosa viene rafforzata con gli acquisti di De Luca dal Bari e Bonistalli, che è ad Arezzo per svolgere il servizio militare.

"Mio padre aveva 18 anni - racconta Claudio - quando quel giorno salì sul pullman con destinazione RiminiLo stesso pullman su cui viaggiava la squadraEra la prima volta che andava così lontano".
Era il 1939 e per raggiungere lo stadio del Littorio, come all'epoca era chiamato il Romeo Neri, era necessario affrontare il Passo di Via Maggio. "Qui fecero una breve sosta e scattarono una foto ricordoMio padre è il penultimo a destra".

Il viaggio proseguì fino a Rimini dove arrivando in netto anticipo sul calcio d'inizio il signor Luciani non perse tempo e nonostante il freddo dicembrino si avventurò in spiaggia. "Aveva 18 anni ed era la prima volta che vedeva il mare - aggiunge Claudio - deve avergli fatto una grande impressione quella gigantesca massa d'acquaSi avvicinò talmente tanto a riva che si bagnò scarpe e piediSi incamminò poi verso lo stadio con le scarpe fradice ma il cuore zuppo di felicità.... andava a vedere l'Arezzo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tabellino di Rimini-Arezzo disputata il 10 dicembre 1939 e terminata sul punteggio di 0-0 e riportato da "Amaranto siamo noi".
RIMINI: Mori, grassi, Viganò, Bruno, Alzani, Migani, Landi, Nardi, Trevisani, Casadio, Carmellini.
AREZZO: Sarri, Bonifazi, Brigi, Gallorini, Mora, Semoli, Bazzanti, De Luca, Bonistalli, Giacomini, Bonvini.
Arbitro: Pinaglia di Terni.
RiminiArezzo_10_12_1939-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma della strada: perde la vita in un terribile schianto alle porte di Arezzo

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Muore a 24 anni nello schianto tra Monte San Savino e Arezzo

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento