Sciopero scongiurato, la serie C parte regolarmente

Innalzate le liste da 22 a 24 elementi e sciopero scongiurato. L'Arezzo debutta a Salò

La serie C partirà regolarmente. Da quanto emerso negli ultimi minuti è stato scongiurato lo sciopero indetto dall'Assocalciatori per i problemi legati, a loro avviso, alle liste bloccate a quota 22 elementi. La mediazione, avvenuta tramite anche l'intervento della Federcalcio, ha prodotto i suoi frutti. Le liste verranno innalzate da 22 a 24 elementi e quindi domenica alle 15 l'Arezzo scenderà in campo a Salò contro la Feralpi di Massimo Pavanel.

Revocato lo sciopero indetto per la prima giornata di campionato, resta lo stato di agitazione già in precedenza proclamato, in attesa dell’Assemblea delle società di Lega Pro che dovranno dire ok o meno all'ampliamento delle liste.

"Si gioca. Da domani ha ufficialmente inizio il campionato Serie C 2020-2021 - queste le parole di Francesco Ghirelli, presidente Lega Pro - E’ un fatto estremamente positivo. Si è lavorato in sinergia per riuscire a raggiungere l’obiettivo comune di tornare a far rotolare il pallone in campo. La prossima settimana sono già state fissate due riunioni con le nostre società per confrontarsi e deliberare sulle proposte di modifica che con l’AIC, ai cui rappresentanti va il mio ringraziamento, abbiamo ragionato di apportare. Un ringraziamento particolare va al presidente Gravina per l’importate contributo. Abbiamo dato, tutti insieme, un segnale di rispetto alla passione dei tifosi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento