Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Selvaggio: "La retrocessione è una macchia. Ci prendiamo le nostre responsabilità, ma resteremo anche in D"

L'amministratore del Cavallino parla a nome della dirigenza. "Fallimento sportivo, abbiamo salvato il club dal fallimento ma la retrocessione è una macchia che resta. Restiamo anche in D come proprietà"

 

A parlare a nome della società dopo la retrocessione consumatasi sul campo è Sabatino Selvaggio, amministratore delegato dell'Arezzo. A dire il vero all'inizio il club sembrava voler prendere 24 ore di riflessione, poi è arrivata la decisione di parlare.

"La delusione è grande per quanto accaduto. È un fallimento sportivo e c’è l’ammissione di colpa di tutta la dirigenza, prendendo atto degli errori commessi - ha detto Sabatino - voglio però ribadire che come proprietà indipendentemente dalla categoria restiamo ad Arezzo. Siamo in serie D adesso, dovremo ricostruire. Dispiace aver portato l’Arezzo in D dopo averlo salvato dal fallimento, è una macchia, è una responsabilità da dividere tra chi dirige e chi va in campo. Mi scuso con la piazza, i tifosi, restiamo per mantenere le promesse fatte il primo giorno che siamo venuti ad Arezzo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento