Cutolo e un polpaccio che fa i capricci. I precedenti, tempi di recupero e i rientri andando sempre in gol

Attesa per il responso su tempi di recupero e entità dell'infortunio. Sia nel 2017 che nel 2018 il capitano per lo stesso problema tornò dopo 10-12 giorni e andò sempre in gol

Aniello Cutolo [foto di repertorio]

E' ancora una volta il polpaccio a fare le bizze e a tenere ai box Aniello Cutolo. Dall'estate 2017 ad oggi il numero dieci ha dovuto fronteggiare almeno una volta a stagione un fastidio in quella regione. Nel settembre 2017 durante un allenamento al Comunale avvertì una fitta al polpaccio sinistro che lo costrinse ad uno stop di 10-12 giorni. Cutolo saltò le sfide con Alessandria, Pontedera, Livorno e Olbia. Tornò in occasione della trasferta di Monza entrando al 70' al posto di Di Nardo segnando una doppietta nella vittoria per 3-0 del Cavallino. Fu proprio un ritorno in grande stile.

La stagione successiva un fastidio muscolare lo fermò a metà ottobre per due settimane. A novembre una ricaduta durante  la sfida con la Carrarese, nello stesso punto del precedente infortunio, e due turni di stop saltando la trasferta di Piacenza e la sfida interna con la Pro Patria. Al rientro, con l'Alessandria, andò in gol garantedo il pareggio ai suoi.

Ieri la terza caduta. La corsa per tenere in gioco il pallone e la fitta al polpaccio sinistro che ha portato subito i sanitari a chiedere il cambio alla panchina. E' stato fin da subito evidente che si trattava di qualcosa di serio che nemmeno il ghiaccio spray poteva risolvere. Da viale Gramsci bocche cucite sull'entità del problema muscolare al soleo e i tempi di recupero. Domani, al più tardi mercoledì, il capitano si sottoporrà agli esami del caso. Ad oggi è quanto mai difficile pensare di vederlo in campo a Busto Arsizio contro la Pro Patria ed è probabile possa saltare anche la trasferta di Monza, la domenica seguente. Nella migliore delle ipotesi il rientro potrebbe arrivare nel derby di mercoledì 26 contro il Siena al Comunale.

L'Arezzo, oltre a perdere Baldan e Luciani per squalifica, Picchi per infortunio, dovrà valutare molto bene il capitano per evitare di velocizzare troppo i tempi di recupero e rischiare una ricaduta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuovi tabelloni: accordo con NGM

Dopo il nuovo sponsor comparso ormai da alcune giornate nella parte posteriore delle divise amaranto, proprio sotto il numero, l'Arezzo contro il Como ha potuto contare sull'accensione dei nuovi tabelloni pubblicitari a led. Merito dell'accordo che la società amaranto ha stretto con NGM (New Generation Mobile), azienda con sede a Santa Maria a Monte, in provincia di Pisa.
NGM_tabelloni_pubblicitari_sponsor_Arezzo2020-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento