rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Calcio

Promozione, Cortona pronto per il playout. Baroncini: "Dobbiamo fare un gol più del Pienza"

Domenica 22 maggio gara di andata al Santi Tiezzi, ritorno a Pienza il 29. Il tecnico: "La squadra mi ha dimostrato di essere viva"

Due partite per centrare la permanenza in Promozione ed evitare l'onta di una retrocessione ad inizio stagione difficilmente pronosticabile. Tra domenica 22 e domenica 29 maggio, il Cortona Camucia si gioca tutto nello spareggio playout contro il Pienza. Gara di andata al Santi Tiezzi (calcio d'inizio alle ore 16); ritorno in casa del Pienza, meglio classificato al termine della stagione regolare e premiato con la salvezza in caso di parità nel doppio confronto. Mister Mirko Baroncini, richiamato alla guida del Cortona Camucia il 5 maggio dopo essere stato esonerato il 14 dicembre, ha presentato la sfida ai microfoni di ArezzoNotizie:

"Arriviamo a questo playout in maniera positiva. Nelle due partite giocate da quando ho ripreso la squadra abbiamo fatto 4 punti: a Montalcino i ragazzi hanno fatto benissimo, ottenendo un pareggio contro un avversario molto forte; con il Lucignano abbiamo fatto meno bene, ma siamo riusciti a vincere in rimonta ed è stato un bel segnale. Sotto il profilo caratteriale la squadra ha risposto in modo importante. Contro il Pienza abbiamo perso in modo assurdo entrambe le partite durante la stagione regolare: la prima da 2-0 a 2-3 con me in panchina, la seconda al 97' dopo aver pareggiato nel recupero. Il Pienza è un avversario ostico e i playout sono sempre partite strane: abbiamo lo svantaggio di dover fare un gol più del Pienza per passare il turno, in qualsiasi modo, ma per noi deve essere un vantaggio: dobbiamo attaccare, consapevoli che i primi 90' di questa doppia sfida influiscono molto sui secondi.

In questo poco tempo ho spinto molto sul rapporto umano con i giocatori (la grande maggioranze di loro non l'ha mai interrotto con me nonostante l'esonero). Ho visto diversi aspetti positivi: l'atteggiamento, la voglia, la determinazione e il volermi dimostrare che la squadra è viva. Di negativo ho notato le stesse paure di inizio stagione: nei momenti negativi, giocando con tanti ragazzi giovani, in molti si perdono e c'è bisogno di ricaricare le pile anche durante la partita. Questo gruppo ha valori molto importanti, ma manca di una guida tra loro a livello caratteriale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione, Cortona pronto per il playout. Baroncini: "Dobbiamo fare un gol più del Pienza"

ArezzoNotizie è in caricamento