Calcio

Pro Piacenza all'angolo: domenica può giocare, se non si presenta è fuori

Una mossa che sembra voler accelerare l'iter per la radiazione dei rossoneri.

La sede della Pro Piacenza

Sembra quasi un ossimoro ma si tratta invece della realtà. La Pro Piacenza domenica potrà tornare a giocare in campionato con l'estromissione dal torneo che arriverà d'ufficio se i piacentini non si presenteranno. La formazione rossonera, in difficoltà economiche da mesi, lo scorso gennaio alla ripresa del campionato dopo la sosta era stata fermata pochi secondi prima di scendere in campo dalla Figc.

I piacentini avevano tesserato in fretta e furia una decina di ragazzi provenienti dal Lazio e non solo con contratti di addestramento tecnico. Una mossa per evitare di saltare la quarta partita che avrebbe comportato l'estromissione a campionato in corso. Contro l'Alessandria arrivò lo stop della Figc e pochi giorni dopo la decisione di rinviare fino a nuova comunicazione le partite della Pro Piacenza. Tutto questo mentre il Consiglio Federale del 30 gennaio aveva dato mandato al presidente Gravina di intervenire riguardo all'estromissione dei club in difficoltà (il Matera è stato eliminato oggi dal girone C).

A questo punto la Pro Piacenza domenica potrà scendere in campo a Cuneo alle 14:30 ma con quali giocatori e soprattutto si presenterà? Al momento sembra proprio di no. Ciò significa che i piacentini saranno estromessi e come accaduto nel girone C via i punti alle squadre che hanno vinto o pareggiato con i rossoneri non avendo terminato il girone di andata. Questo almeno prevede il regolamento.

Per l'Arezzo diventa ulteriormente importnare proseguire la serie utile visto che gli amaranto guadagnerebbero punti sulle dirette concorrenti che hanno ottenuto risultati utili contro la Pro Piacenza. Questo almeno sulla carta in attesa di conferma e soprattutto dell'ufficialità di una estromissione che sembra davvero vicina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pro Piacenza all'angolo: domenica può giocare, se non si presenta è fuori

ArezzoNotizie è in caricamento