rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Calcio

Altri 4 positivi nell'Arezzo. Verrà rinviata anche la partita del 9 gennaio a Civita Castellana

Dopo i tamponi odierni, sale a 9 il numero dei contagiati nel gruppo amaranto. Pure alla Flaminia casi di positività. La Lega valuta l'opportunità di posticipare integralmente le prossime due giornate di campionato

Altri quattro positivi nell'Arezzo sono emersi dopo il giro di tamponi di stamani, effettuato prima della ripresa degli allenamenti. Il totale sale così a nove contagiati, tutti asintomatici e vaccinati ma costretti alla quarantena.  Altri quattro giocatori positivi nell'Arezzo. E' quanto emerge dal giro di tamponi effettuato stamani prima della ripresa degli allenamenti. Per tale motivo è stata inoltrata alla Lega Nazionale Dilettanti una richiesta ufficiale per poter rinviare la partita in calendario domenica 9 gennaio.

Nei prossimi giorni i calciatori già in isolamento e risultati positivi ai test effettuati prima del 31 dicembre si sottoporranno a nuovi test. Il primo a rimettersi al lavoro, grazie al tampone negativo odierno, sarà Ciro Foggia, bloccato dal virus lo scorso 22 dicembre. Il centravanti dovrà sostenere una nuova visita medica di idoneità e poi potrà tornare in campo.

La Lega Nazionale Dilettanti nel frattempo ha rinviato a data da destinarsi il recupero che l'Arezzo avrebbe dovuto giocare dopodomani a Scandicci (partita sospesa al 28' del primo tempo, lo scorso 8 dicembre, per impraticabilità del campo sul risultato di 0-0). 

Praticamente certo, come detto, anche il rinvio della trasferta di Civita Castellana, in calendario domenica per l'ultima giornata del girone di andata. Pure nella squadra laziale ci sono otto calciatori positivi, il che significa che non si può giocare.

La Lega, in queste ore, valuterà se rinviare d'ufficio tutte le partite in programma per il 9 e 16 gennaio, visto l'aumento di casi covid praticamente ovunque. Giancarlo Abete, commissario della Lnd, per ora però ci va cauto. Ieri a Radio Marte ha detto: “La valutazione circa i rischi, le opportunità, i vincoli e gli obblighi sono in primo luogo di competenza statale. Il Paese cerca, pur con tante difficoltà, comunque di andare avanti, se ci fermiamo tutti poi il giorno dopo è difficile ripartire. Il messaggio che mandiamo in questo momento è di prudenza, ma evitando di dare indicazioni di stop. Questi non sono i momenti per le decisioni eclatanti, sono situazioni che vanno governate strada facendo. Esistono organi competenti e preposti per questo. Bisogna accettare le responsabilità e poi magari criticare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri 4 positivi nell'Arezzo. Verrà rinviata anche la partita del 9 gennaio a Civita Castellana

ArezzoNotizie è in caricamento