Domenica, 13 Giugno 2021
Calcio Via Antonio Gramsci

Serie C, arriva l'ufficialità: in campo senza tifosi fino al 3 aprile

Come anticipato già ieri sera la serie C riprenderà il 15 marzo per l'Arezzo ma senza tifosi. Cosa prevede la direttiva della Lega Pro

A distanza di poche ore dal decreto emanato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri la Lega Pro si è adeguata. Come avevamo anticipato già ieri sera il campionato, per il girone A, ripartirà il 15 marzo ma già il prossimo 10 e 11 marzo scenderanno in campo le formazioni impegnate nei recuperi.

Dal 15 marzo fino al 3 aprile, come prevede il decreto, si giocherà a porte chiuse. Stadi off limits per tutti i tifosi. La Lega Pro nel suo comunicato parla chiaramente. Niente ospiti accreditati, ma solo arbitri, calciatori, i componenti dello staff tecnico e medico, oltre a quello dirigenziale. Per ciascuna società entrarà il fotografo ufficiale e un social media manager.

In tribuna potranno accomodarsi i giornalisti: gli operatori tv e quelli preventivamente autorizzati 'nel numero massimo di 75' salvo l'opportunità di poter ridurre ulteriormente il numero. Amessi poi i raccattapalle, i manutentori dei campi, forze dell'ordine, personale della procura federale. Cancellate tutte le interviste che erano solitamente organizzate in sala stampa, sia alla viglia che dopo le partite.

Serie C, in campo ma a porte chiuse. Si riparte il 15 marzo

Il comunicato della Lega Pro

La Lega Pro, dispone le seguenti indicazioni organizzative riguardo allo svolgimento delle gare "a porte chiuse”:

I. Non sono ammessi tifosi all'interno dello stadio né ospiti accreditati dalle Società.

2. Sono comunque ammessi all'interno dello stadio, oltre agli arbitri, ai calciatori e agli altri componenti lo staff tecnico, medico e dirigenziale delle due squadre ammessi al recinto di gioco:

  • -  gli operatori televisivi e i giornalisti delle emittenti titolari dei diritti di trasmissione live;

  • -  per ciascuna società, 1 fotografo ufficiale e 1 social media manager;

  • -  gli operatori dell'informazione preventivamente autorizzati e comunque nel numero massimo di 75 (salvo opportunità di mantenere ancora più limitato il numero);

  • -  il personale tecnico con funzioni strettamente connesse all'organizzazione della gara, nel numero massimo complessivo di 50 unità (la quota dovrà comprendere, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: i raccattapalle; i manutentori del campo; i presidi tecnici, video e audio; gli operatori di pulizia delle aree interessate; i tecnici dei broadcasters, ecc.);

  • -  gli incaricati della Procura Federale, i Delegati Lega, i medici Antidoping, gli Osservatori arbitrali e l’Organo Tecnico della CAN C;

  • -  gli addetti della Sicurezza Pubblica, gli Steward previsti nelle aree interessate, i VVFF e gli operatori di Pronto Soccorso, secondo le indicazioni approvate dal GOS.

  1. Non verranno effettuate le interviste in area mix zone e la conferenza stampa.

  2. Gli eventuali cerimoniali gara verranno attuati in forma ridotta e pertanto senza la presenza di bambini e/o altri accompagnatori dei giocatori al momento dell'ingresso in campo.

  3. Non potrà essere svolta alcun tipo di iniziativa, attività o manifestazione (pre, durante e post-gara, come ad esempio: premiazioni, sfilate, walkabout, ecc.) anche se precedentemente autorizzata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C, arriva l'ufficialità: in campo senza tifosi fino al 3 aprile

ArezzoNotizie è in caricamento