Playoff facoltativi? Se passa l'idea l'Arezzo non sarà l'unico club a dire no nel girone A

In attesa del Consiglio Federale che decreterà ufficialmente se si potrà rinunciare senza sanzioni agli spareggi promozione, ecco i club che parteciperanno e quelli ancora in forse

L'Arezzo è stato il primo club a uscire allo scoperto, a scandire immediatamente il proprio 'no' ai playoff, se questi ovviamente saranno su base volontaria. A decidere sarà il Consiglio Federale di lunedì 8 agosto. Da quanto emerso le società dal secondo al decimo posto di ogni girone avranno diritto a disputare i playoff tra la fine di giugno e l'inizio di luglio. Chi non se la sentirà potrà declinare l'invito - stando alle prime indiscrezioni - senza andare incontro ad alcuna sanzione. L'Arezzo non sarà ai nastri di partenza per una ragione economica e organizzativa legata al protocollo da applicare, ma le altre società del girone A come si comporteranno?

Serie C, la classifica del girone A

La Carrarese ci sarà - I marmiferi sono secondi della classe (45 punti) e quindi andranno diretti alla fase nazionale degli spareggi. La loro posizione è chiara da giorni. Erano contrari alla quarta promozione per 'merito sportivo' da tempo immemore e quindi la possibilità di giocare i playoff si sposa perfettamente con l'idea del club che spera di poter salire tra i cadetti sfruttando Maccarone, Tavano e Infantino. Certo è che non sarà facile allenarsi per settimane con l'obiettivo della forma migliore da ritrovare dopo tre mesi, andando ad affrontare avversari con almeno già quattro partite sulle gambe.

Renate e il nodo dei costi - Terzi della classe (43 punti) con il dubbio se disputare o meno gli spareggi anche se i calciatori vorrebbero. Le dichiarazioni a TuttoC di Oscar Magoni, direttore sportivo dei nerazzurri sono chiare. "Deciderà il presidente. Io penso di sì ma bisogna vedere quanto il protocollo sanitario incide sul bilancio. I giocatori sono comunque pronti per giocare".

Pontedera in dubbio - Altro punto interrogativo per i granata, quarti della classe (42 punti), dopo un girone di andata e un avvio del girone di ritorno su alti livelli nonostante l'addio eccellente di Mannini. La sensazione è che dalle parti del 'Mannucci' ci sia l'intenzione di passare la mano se effettivamente verrà data la possibilità di farlo senza incappare in sanzioni.

Alessandria, oggi la ripresa - I grigi con i loro 40 punti ci credono e una prova è il fatto che oggi riprenderanno gli allenamenti con gli esami di rito.

Siena più no che sì - Ufficialmente non è stata presa una decisione. Il club dopo aver dovuto fare i conti con il ritardo nei pagamenti dell'ultima scadenza, che costerà una penalizzazione, e le parole della presidentessa Durio - in cerca di soci o acquirenti - sembra avere altro a cui pensare.

Albinoleffe in bilico - Dalle parti di Bergamo parlare di calcio dopo le immagini dell'emergenza sanitaria è difficile. Il no del club non è arrivato e c'è chi parla su testate online e non solo di una posizione meno chiusa nei confronti degli spareggi risetto a qualche giorno fa.

Novara pronto - Forte di un centro sportivo all'avanguardia come Novarello, i piemontesi si preprando a disputare i playoff cercando. "I playoffNoi siamo disponibili per scendere in campo" aveva detto il presidente Rullo, guarito dal Covid-19. Messaggio più chiaro non poteva esserci.

Per l'Arezzo è no - La Cava ha già deciso sempre che gli spareggi siano su base volontaria.

Juventus U23 ok - Non ci sarebbero problemi per i bianconeri che in caso di ripresa saranno i primi a scendere in campo per la finale della Coppa Italia di serie C. Chi vince il trofeo (c'è la Ternana contro) accederà alla fase nazionale liberando un posto nel proprio girone. Costi e organizzazione non sembrano essere un problema per la Vecchia Signora.

Pistoiese, Como e Pro Patria - Vanno prese in considerazione perchè se la Juve U23 prende la Coppa una di loro andrà ai playoff. Ad oggi la Pistoiese ha un punto più del Como ma anche una gara in più. Ciò significa che la media punti premierebbe i lombardi, ma attenzione all'algoritmo che farebbe guadagnare almeno due posizioni alla Pro Patria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento