Playoff serie C: Arezzo e Pontedera già fuori, il Piacenza quasi. In bilico altri quattro club

Agli amaranto si aggiungono i granata. Dubbi per Modena, Piacenza, Samb e Catania

Il presidente del Pontedera con Giorgio La Cava

Dopo l'Arezzo anche il Pontedera ha ufficializzato il proprio no ai playoff. I granata non parteciperanno per una questione organizzativa ed economica, come spiegato dai dirigenti granata in una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina. Approcciare i playoff dopo tre mesi di inattività corrisponderebbe ad una spesa di almeno 90-100mila euro. Decisamente troppo.

Ma oltre ad amaranto e granata, da qui alle 'dead line' fissata per le 19 di domani, il numero può aumentare. Il Catania vorrebbe disputare gli spareggi ma è alle prese con la crisi economica. Fabio Pagliara, rappresentante della cordata che intende rilevare il club, ha detto di essere disposto a garantire come sponsor i soldi necessari per coprire le spese e la partecipazione.

Piacenza il no è quasi certo. Come riporta Sportpiacenza nonostante le rescissioni per abbassare la voce delle spese e l'ingresso della nuova proprietà è ancora difficile pensare al calcio giocato con il medico del club che ha declinato la responsabilità. "Coerentemente con le ultime scelte - ha detto il direttore generale Marco Scianò - la società guarda più al futuro, partendo da una posizione svantaggiata dai playoff che complicherebbe molto il percorso sportivo, a differenza della passata stagione in cui arrivammo secondi".

Playoff e playout | Entro domani le rinunce. Date, griglia e regolamento: chi sgarra il protocollo è fuori

Il problema del medico, pronto a dimettersi, è comune anche a Siena. La squadra venerdì si radunerà agli ordini di Dal Canto e subito dopo inizieranno i test. La presidentessa Durio nonostante lapenalizzazione in arrivo e le voci di difficoltà economiche vuole giocare gli spareggi.

Verso il no anche il Modena. "Per ripartire con i playoff, bisognerebbe prima riunire tutti i calciatori e poi effettuare tamponi e test sierologici: passerebbe una settimana, dunque ci sarebbero sette giorni in meno per prepararsi alle partite - ha detto il diggì Roberto Cesati che a TvQui Credo sia qualcosa di impraticabile, dopo la riunione con la società prenderemo una decisione definitiva".

Anche la Sambenedetteseè in bilico. Il presidente patron Franco Fedeli pensa soprattutto a cedere il club. I playoff sembrano essere passati in secondo piano viste le dinamiche societarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto Pro Patria e Vibonese restano alla finestra, pronte ad entrare in gioco se la finale playoff verrà vinta da Juventus U23 o Ternana. La Vibonese non disdegna i playoff, la Pro Patria è scettica per le tempistiche e ovviamente tutti i fattori connessi. Meno di 24 ore e il quadro sarà più chiaro che mai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • "Mio fratello era buono e solare. Lo porterò con me in un tatuaggio"

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Codice giallo per pioggia e temporali: l'elenco dei comuni aretini interessati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento