menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cutolo in allenamento

Cutolo in allenamento

Capitan Cutolo suona la carica: "Noi ci crediamo"

La lettera del capitano amaranto in vista della sfida di ritorno in casa del Pisa

Capitan Cutolo suona la carica in vista della partita di ritorno contro i nerazzurri.

I complimenti che abbiamo ricevuto in questi giorni – esordisce Nello Cutolo nella nota stampa diffusa dalla società amaranto - sono per noi un gran piacere e vuol dire che nel corso di tutto l’anno abbiamo seminato bene. La partita di mercoledì è stata per certi versi straordinaria se consideriamo che parliamo di Serie C. Sicuramente avremmo desiderato raggiungere un altro risultato finale, ma non è ancora arrivato il momento di piangerci addosso o di pensare che sia tutto finito. Ci sono ancora 95 minuti da giocare e noi siamo pronti a dare tutto per cercare di ribaltare la situazione che al momento ci vede svantaggiati. Crediamo nell’impresa di passare il turno, questo deve essere chiaro. Andremo a Pisa per rendere a loro la vita difficile che non è sinonimo specifico di passaggio del turno, ma una precisa volontà di dare il massimo e anche di più. Lo ribadisco con forza, non è ancora finita.
Il calcio è lo sport più amato del mondo anche perché il più imprevedibile. Se non vogliamo soffermarci su esempi visti proprio in queste settimane in prestigiose competizioni internazionali, possiamo però prendere spunto da una realtà come Cittadella che ai play off ha avuto la meglio, in un doppio confronto ostico, sul Benevento.
Ricordiamo tutti benissimo la partita in casa con il Siena quando fino a cinque minuti dalla fine avevamo dominato, ma sono bastati pochi minuti per ribaltare la situazione. Un esempio negativo per noi che però può trasformarsi in positivo se pensiamo alla gran bella sfida che ci aspetta. Abbiamo ancora una partita intera per continuare a sognare
”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento