Mercato chiuso, il bilancio di Pieroni: "Questo Arezzo è forte". Plusvalenze e acquisti, parla il dg

Le cessioni di Buglio e Basit, le operazioni chiuse sul filo di lana e l'arrivo di Gori. Ermanno Pieroni commenta così la sessione estiva del mercato amaranto

Ermanno Pieroni

Il mercato ha chiuso i battenti, ma non del tutto. Ermanno Pieroni è tornato a casa da Milano nella notte. "Più o meno alle due" spiega il direttore generale risponde mentre è al volante della propria auto. Direzione un nuovo appuntamento sempre di mercato, guardando ad un possibile nuovo innesto in prospettiva per le giovanili e non solo.

Direttore che mercato è stato?

"Impegnativo - risponde subito Pieroni - anche quest'anno abbiamo deciso di puntare su una rosa giovaneformata per lo più da under di proprietà dell'ArezzoStiamo portando avanti un progetto che punta alla valorizzazione come accaduto con Buglio e BasitNon è stato facileQuasi sul filo di lana abbiamo chiuso le cessioni dando forza ecomomica alla società e in più portando tre giocatori nel giro delle rispettive nazionali".

Sta parlando di NolanCorrado e Gori.

"Esattotre giocatori che faranno al caso nostro vedreteE a proposito di giovani non dimentichiamoci di altri elementi come DagaContro la Roma si è messo in luce e posso già dirvi che ci sono alcune società di serie A interessate a questo ragazzoUn 2000 di cui sentiremo parlareL'Arezzo deve puntare a valorizzare giocatori e a generare plusvalenzeNon possiamo pensare che una società come questa possa sostenersi solo con i finanziamenti di Giorgio La CavaTra l'altro il presidente mi stupisce e sorprende ogni giorno che passa per la sua passione".

Con l'arrivo di Gori adesso l'Arezzo ha come centravanti Cutolo, Cheddira e Mesina oltre a Zini.

"Sono da sempre convinto che la concorrenza sia solo uno stimolo e non un problemaTra l'altro nelle ultime operazioni siamo riusciti a soffiare giocatori a squadre che sono nostre dirette concorrenti".

Parlando di plusvalenze è vero che Buglio e Basit sono stati ceduti per 100mila e 300mila euro?

"Le cifre sono ben altreIo non parlerò mai di cifre perchè non sarebbe rispettosoRicordiamoci ad ogni modo che questi due giocatori sono arrivati a parametro zero e che in ogni caso abbiamo generato una plusvalenzaE vorrei sottolineare anche un altro aspetto".

Prego.

"Non abbiamo speso un solo euro per l'acquisto di un giocatore. Sono tutti arrivati a costo zeroDispiace aver perso Pelagatti ma abbiamo rispettato la scelta del giocatore che ha ricevuto l'offerta per un contratto importantePoi come detto abbiamo generato delle plusvalenze e mandato a giocare in prestito giocatori interessanti per il futuro".

La rosa ad un certo punto non era extralarge? Tra l'altro due giocatori tra i primi ad arrivare come Maestrelli e Masetti sono partiti in prestito.

"Ad oggi abbiamo 27 giocatori in prima squadra non credo si possa parlare di rosa ampia visto che abbiamo sfoltitoHo letto i commenti di alcuni tifosi ma loro ragionano guidati dalla passione e non da esperti di calciomercatoRiguardo Maestrelli e Masetti vi posso garantire che sono due acquisti in prospettiva che abbiamo mandato a giocare come Artini e Ceccidue 2001, di cui sentirete parlare".

Sono stati risolti i problemi per il tesseramento di BenucciDell'AgnelloPicchi e Piu? E' vero che si trattava di un problema legato al budget e alla fideiussione?

"Dovevamo perfezionare la fideiussioneera necessaria una integrazione per ratificare i contrattiLa pratica in questo momento è seguita dalle Assicurazioni Generali di Arezzo e nelle prossime ore sarà tutto in regolaIl budget è stato superato e quindi ci stiamo adeguando alle norme previste".

Nessun problema quindi per loro contro la Pergolettese?

"No e tra l'altro questa settimana di sosta ci può anche essere di aiuto perchè ci permetterà di integrare ancora meglio i nuovi acquisti alla rosa già a disposizione del tecnico".

Rivvolgiamo il nastro: cosa ha pensato dopo la partita con la Pianese?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Che in campo è scesa un'altra squadra - commenta Pieroni - sono d'accordo con La Cava quando ha detto che ha visto il peggior Arezzo da quando è presidenteSicuramente avrà influito il caldoun errore di valutazione da parte dell'arbitro perchè il gol di Udoh è in fuorigioco e questa cosa la farò presente alla prossima riunioneEra una partita da 0-0 con la Pianese che ci ha reso la vita difficile applicandosi nel raddoppio sugli esternipreparata per l'occasione da un tecnico come Masinon è stata una grande partita da parte nostraPerò adesso rimbocchiamoci le maniche e pensiamo a riprendere il cammino perchè io sono fiducioso e questo Arezzo è forte ve lo garantisco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento