menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabio Caserta

Fabio Caserta

Perugia-Arezzo, derby testa-coda tra due squadre incerottate

Amaranto con problemi in difesa, biancorossi senza attacco titolare. Perugia e Arezzo due squadre ai poli opposti della classifica

Se Atene piange Sparta non ride è il detto che ben si sposa con questo Perugia-Arezzo. In prossima di un derby testa-coda biancorossi e amaranto si preparano in mezzo alle incognite tattiche della vigilia, acuite dalle numerose assenze da una parte e dell'altra. L'Arezzo, ultimo della classe, è senza Pesenti e Picchi ormai da settimane, a cui si sono aggiunti Perez e Cerci. Fuori per squalifica Sbraga, Cherubin e Arini. Praticamente una difesa decimata in termini numerici e di esperienza.

Stellone dovrà quindi capire se gettare subito nella mischia Pinna, come centrale o come terzino, oppure se rispolverare Kodr e confermare Karkalis che può giocare anche al centro del reparto. In mediana ci sarà Altobelli al posto del 'samurai' mentre davanti Cutolo e Piu vanno verso la conferma. A sinistra potrebbe esserci Serrotti ma le quotazioni di Di Grazia sono in rialzo, complici le problematiche del Perugia da quella parte.

Già perchè il Perugia non ha squalificati ma tra mercato e infortuni mancherà l'intero reparto offensivo titolare. Fuori Melchiorri, Murano e Minesso per problemi fisici, con Falzerano che sarà della partita a meno che non si sblocchino le trattative che lo vedono in procinto di lasciare Perugia. Se così fosse a 24 ore dalla chiusura del mercato difficile che Falzerano possa scendere sul rettangolo verde. È rientrato Sgrabi ma non è al top, idem Moscati. Caserta ad ogni modo non cambierà modulo. Avanti con il 4-3-3. In porta ci sarà Fulignati quindi difesa a quattro con Cancellotti (solo sei presenze fin qui), Angella e Sgarbi al centro, anche se l'ex Monaco scalpita, quindi a sinistra ecco Favalli. Mediana con Burrai al centro, pronto a dettare i ritmi, supportato dal francese Vanbaleghem e da uno tra Sounas e Moscati. Davanti Elia e Falzerano, sempre che non parta, quindi Vano al centro, con Bianchimano pronto a subentrare. Dovrebbe invece partire dalla panchina il nuovo centrocampista Di Noia, arrivato in prestito dal Chievo dopo la cessione di Dragomir all'Entella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento