menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata di confronti in casa Arezzo: OA incontra la Mag. Dirigenza a colloquio con la squadra a Coverciano

Incontro allo stadio tra OA e la proprietà quindi il summit di Coverciano. La Mag non molla

Non solo la partenza per Coverciano e il primo allenamento nel pomeriggio, ma anche un serie di incontri. Ecco la giornata del Cavallino. Questa mattina una delegazione di Orgoglio Amaranto, guidata dal presidente Stefano Farsetti ha incontrato la proprietà. Un summit con il presidente Fabio Gentile e i fratelli Manzo. Un incontro chiesto poco dopo il ko con il Gubbio e ottenuto la mattina seguente.

Il comitato oltre a sottolineare e ricordare 'l'acquisizione in corsa della SS Arezzo, sull'orlo della non reiscrizione' non ha certo nascosto gli 'errori che sono stati certamente compiuti da parte di tutti' ma Orgoglio Amaranto 'non ha potuto non rilevare è come non sia mai mancato il massimo impegno, anche economico, da parte della società per porvi rimedio'.

Ma la riunione di questa mattina, interpretando gli umori e le preoccupazioni della tifoseria, è stata anche l'occasione per chiedere quali sono i progetti e gli obiettivi, soprattutto i programmi. La nota di Orgoglio Amaranto spiega che 'gli obiettivi della proprietà, a partire dalla ristrutturazione e ampliamento delle strutture sportive, stadio e centro sportivo delle Caselle, guardino al futuro e siano a lungo termine, a prescindere dai risultati sportivi della stagione in corso'. Tradotto: l'azionista di maggioranza non intende arretrare credendo ancora nella salvezza dato che al momento (solo) la matematica tiene in vita l'Arezzo.

"Interpretando i sentimenti della tifoseria e la necessità di chiarezza e trasparenza - scrive il comitato - è stato chiesto alla proprietà di trasmettere a tutta la città gli stessi contenuti espressi al direttivo. A questo punto Orgoglio Amaranto fa appello a tutta Arezzo e chiede che adesso le polemiche siano messe da parte lasciando spazio alla feroce determinazione, al forte senso di appartenenza, alla volontà di ognuno di dare il proprio contributo per conseguire un risultato arduo ma non impossibile. Proprio nelle difficoltà gli aretini hanno sempre dato il meglio, la storia del Cavallino ne è la dimostrazione. Orgoglio Amaranto si impegna a lavorare sodo in questa direzione, l’unica che il nostro cuore di tifosi ammette in questo momento e si impegna per questo a trasmettere i valori che ci contraddistinguono ai dirigenti, allo staff, ai calciatori per vincere con fierezza ed orgoglio un’altra difficile battaglia".

Il summit di Coverciano

In attesa che venga revocato il silenzio stampa nel pomeriggio la proprietà ha incontrato i giocatori nel centro tecnico di Coverciano. Una riunione con tutta la squadra, staff tecnico compreso, per cercare un chiarimento o per meglio dire un confronto. Il summit è proseguito fino alle 19 circa. Se sarà servito davvero a cementare e sancire un patto tra tutte le componenti solo il campo potrà dirlo. Di certo ad oggi lo spettro della serie D è davvero ad un passo e al Cavallino più che un'impresa serve un mezzo miracolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento