menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Modena-Arezzo 3-1, il commento di Gorgone e Mignani

Il tecnico amaranto sul calo della squadra e sull'obbligo adesso di dover guardare al distacco dal Ravenna e i prossimi incontri. Mignani si gode i tre punti per il rilancio

Un primo tempo equilibrato e poi un calo mentale e fisico nella ripresa. Poggia su queste basi la critica di Modena-Arezzo con la sconfitta del Cavallino.

“Il primo tempo è stato equilibrato e forse dovevamo sfruttare qualche ripartenza in più, alcune occasioni avute anche al limite dove però non è riuscito l’ultimo passaggio - commenta Gorgone - sicuramente c’è stato un calo. Di fatto per vincere le partite è necessario sbagliare il meno possibile provando a non commettere errori. È evidente che così non può andare bene e che saremo costretti a fare punti importanti nelle prossime partite. Quella di oggi poteva sicuramente aiutarci a portare qualcosa a casa, a darci una spinta maggiore. Invece siamo qui che dobbiamo guardare sempre l’ultima, chi è alle nostre spalle. Io credo non sia un discorso di testa perché a questo punto altrimenti sarebbe grave. Dobbiamo essere intensi cercando di andare oltre i nostri limiti. Non basta più non prenderle, dobbiamo vincere le partite con precisione e aggressione mettendo alle corde chiunque avremo davanti. Contro il Südtirol avevamo chiuso in crescendo, oggi invece nella ripresa non siamo riusciti a renderci pericolosi. Il nostro obiettivo da qui in avanti dovrà essere quello di staccare il Ravenna e quindi le partite con Vis Pesaro, Legnago e appunto Ravenna diventano di vitale importanza".

Il commento di mister Mignani.

"Partite come queste, in un periodo del genere della stagione, sono tese e pesanti e i giocatori spesso si preoccupano di sbagliare meno piuttosto che proporre - ha detto il mister del Modena - il primo tempo è stato sicuramente all’insegna di un grande equilibrio. Abbiamo avuto un paio di occasioni poi siamo stati bravi a reagire trovando il pareggio pochi minuti dopo la loro rete. Andare sotto e reagire non è mai facile perché spesso la foga ti porta a esporti, a rischiare, e quindi a perdere le partite".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Finita la relazione, l'anello con diamante va restituito?

  • Casentino

    Gelo primaverile: falò accesi per salvare i vigneti

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento