menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Karkalis in allenamento

Karkalis in allenamento

Karkalis primo acquisto per l'Arezzo. Caccia a un centravanti ma non solo, cercando di sfoltire

Da oltre un mese in gruppo il terzino può essere annunciato a breve. L'Arezzo deve anche cedere: ecco chi può partire

Quattro gennaio, primo febbraio. Ecco l'intervallo di tempo durante il quale sarà possibile operare sul mercato per i club professionistici. L'Arezzo di fatto ha già un colpo in canna che risponde al nome di Francesco Karkalis. Il classe 1995 è in amaranto da metà novembre, si è allenato con il gruppo e la firma sul contratto che lo legherà all'Arezzo sembra dietro l'angolo. Anche perchè a Karkalis è stata assegnata la maglia numero 36 e a Mantova sembrava tutto pronto per il suo debutto. Peccato che la lista dei 24 ha imposto uno stop e il rinvio.

Già, la lista dei 24, un fattore che andrà tenuto bene a mente non appena apriranno le trattative. Dal 4 gennaio al primo febbraio sarà possibile giocare cambiando la lista di volta in volta. L'elenco definitivo dovrà essere depositato per la partita successiva al primo febbraio.

L'Arezzo come prima cosa metterà a posto la corsia mancina di difesa con Karkalis (che può agire anche al centro) poi punterà all'attaccante. È stato Camplone stesso a sottolineare questo aspetto dopo Arezzo-Legnago, alla luce dell'infortunio di Pesenti e non solo. Nomi non circolano ma il 2 gennaio alla ripresa potrebbero esserci sorprese dalle parti di Viale Gramsci. Indiscrezioni per adesso non confermate parlano di almeno due attaccanti, quindi di un possibile innesto a centrocampo, senza dimenticare la difesa. Un innesto per reparto per un totale che potrebbe arrivare alle quattro-cinque unità. Attenzione però, c'è anche da sfoltire. Il rischio altrimenti è quello di arrivare ad avere una rosa di 40 unità.

Chi può partire

Le scelte di Camplone per quanto riguarda i convocati sono degli indizi chiari. Sane (Covid a parte) è stato chiamato in causa due volte, Merola ha giocato pochi minuti e piace tra l'altro al Potenza di Capuano. Si tratta di calciatori in prestito che possono tornare alla base, come Sakho che tra l'altro non è mai tato inserito nell'elenco dei 24. Sportelli (in prestito) e Gilli (a titolo definitivo) sono arrivati dal Torino ma nè con Potenza nè con Camplone hanno trovato spazio. Bonaccorsi è un altro giocatore destinato a partire visto l'impiego e le convocazioni messe insieme. Idem due portieri. L'Arezzo ha una griglia formata da Sala, Loliva e Gagliardotto, fuori quindi Tamma Tarolli. Ad oggi è difficile pensare che Maleš possa restare, idem il giovane Raja che rischia di perdere di una stagione dopo i soli 8' giocati lo scorso campionato con Di Donato in panchina, passando lo scorso gennaio alla Giana Erminio.

C'è poi Alessandro Piu: un contratto importante fino al 2022, poche presenze nello scorso torneo, fuori dai 24 in questa stagione. Restare senza giocare non conviene all'Arezzo in termini economici e non conviene nemmeno al ragazzo. Diverso il discorso di Picchi che a causa dell'infortunio è uscito dalla lista dei 24 e adesso sta seguendo un programma di recupero. In partenza il difensore Maestrelli. Passato al Livorno nell'ultimo giorno di mercato è poi tornato indietro a causa della fideiussione dei labronici. L'Arezzo proverà a trovargli una sistemazione come agli altri compagni. Saranno 27 giorni a dir poco intensi, un motivo in più per attendere a breve la nomina del nuovo direttore sportivo a cui spetterà un compito decisamente tosto come quello di sfoltire la rosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento