Giovedì, 17 Giugno 2021
Calcio Via Antonio Gramsci

Il Genoa insiste per Basit ma non è solo. L'Arezzo fissa i termini

Lunedì Pieroni sarà a Milano. Pressing su Basit dalla serie A. Gli obiettivi del Cavallino.

Anselmi, Testini, La Cava e Pieroni

Sfoltire ancora la rosa e piazzare, in entrata, un colpo che possa fare la differenza senza snaturare il progetto tecnico. Ecco gli obiettivi dell’Arezzo. Ermanno Pieroni lunedì raggiungerà Milano, sede del calciomercato, per provare a chiudere alcuni discorsi avviati nelle precedenti settimane e che interessano non solo i giocatori fin qui meno impiegati.

Pressing su Basit dalla serie A

Il Genoa resta vigile ma non è l’unico club della massima serie che segue il centrocampista classe 1999, vincolato fino al 2020 con il Cavallino. L’Arezzo vuole generare una plusvalenza di tutto rispetto con Basit, arrivato a parametro zero dopo le esperienze con Carpi e Napoli. Si parla di almeno mezzo milione di euro con l’intenzione però di tenere il mediano in amaranto fino a giugno. Pieroni vorrebbe ripercorrere la strada intrapresa con Benucci che la scorsa estate è stato ceduto all’Empoli. Gli azzurri hanno poi lasciato all’Arezzo il centrocampista per una stagione.

Le operazioni in uscita

Mosti è passato al Bisceglie via Fiorentina, che ha prolungato fino al 2021 il contratto del terzino. Melgrati ha rescisso l’accordo con il Cavallino firmando fino al prossimo 30 giugno con il Siena. Il prossimo 3 febbraio tornerà quindi da ex al Comunale. Stefanec è rientrato al Verona che lo ha girato al Nitra. In uscita restano altri nomi a cominciare da Belvisi e Cenetti, fuori dalla lista dei calciatori utilizzabili dal Cavallino. Poi ci sono anche Kristian Keqi (1996) e il difensore Fabrizio Danese (1995), quest’ultimo accostato a Rieti e Bisceglie. Pieroni però ha smentito l’interesse dei due club per il centrale difensivo. Keqi, che non è stato convocato per la sfida con l'Arzachena, e Danese ad ogni modo sono destinati a partire a titolo temporaneo.

Un portiere under e una punta

Con la partenza di Melgrati il club amaranto cerca un altro estremo difensore, possibilmente un giovane da affiancare a Pelagotti. Per l’attacco il discorso è diverso e include alcune variabili. L’Arezzo con la partenza di Melgrati può vantare un posto libero nella lista degli over. L’attaccante che potrebbe quindi essere un over - nato prima del gennaio 1996 - in grado di sposarsi con il gioco e le tattiche di Dal Canto. Ma potrebbe essere anche un under che vanta già esperienza in categoria. Le prossime ore saranno quelle decisive in cui si infiammerà il mercato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Genoa insiste per Basit ma non è solo. L'Arezzo fissa i termini

ArezzoNotizie è in caricamento