Pressing Lecco su Pissardo, l'Arezzo punta Brancolini. Il Cavallino pronto a parlare dei rinnovi

Fabbro incontra i giocatori cardine del progetto. Il Lecco non molla Pissardo, l'Arezzo pensa a Brancolini (2001) della Fiorentina

Il mercato entra nel vivo all'indomani della notizia di Mate Maleš, prossimo alla firma con l'Arezzo. Il croato entro l'inizio della prossima settimana si legherà al club amaranto che nel frattempo sta lavorando su più fronti, provando a cedere e resistere agli assalti di varie pretendenti.

E' il caso di Marco Pissardo. Il portiere classe 1998, arrivato a titolo definitivo dall'Inter e legato fino al 2022 all'Arezzo, è finito nel mirino del Lecco. I lombardi, che hanno preso in prestito anche il portiere Bruno Bertinato (1998) dal Venezia, vogliono anche l'amaranto che si avvicinerebbe a casa e tornerebbe in Lombardia. Sul tavolo c'è un'offerta biennale per il numero uno del Cavallino. E' chiaro che dopo la partenza di Daga, passato alla Viterbese dopo la rescissione del contratto con l'Arezzo, l'Arezzo proverà a resistere fino all'ultimo o almeno fino a quando non troverà il primo primo dei due portieri che dovranno difendere i pali di viale Gramsci.

Un mediano dal curriculum europeo: l'Arezzo trova l'intesa con Maleš. Sirene per Foglia

C'è già un nome in cima alla lista, un obiettivo quanto mai concreto che risponde al nome di Federico Brancolini, classe 2001, quindi un under utile al minutaggio, di proprietà della Fiorentina con la quale vanta un accordo fino al 2022 anche se si sta parlando da tempo di un rinnovo. Un metro e 92 centimetri di altezza per quel ragazzo che Pantaleo Corvino strappò al Modena (pare per una cifra vicina ai 500mila euro) superando la concorrenza di Juventus, Inter e club della Premier League. Nell'ultima stagione Brancolini oltre ad aver vinto la Coppa Italia Primavera ha esordito in serie A giocando i minuti finali di Fiorentina-Bologna. E' attualmente nel giro della prima squadra, e sembra che la Juventus si fosse interessata a lui anche in funzione della Under 23, ma la Fiorentina ha detto no.

Intanto non si placano le sirene di mercato per Fabio Foglia. Il mediano classe 1989 ha un accordo in scadenza nel giugno 2021 e tanti estimatori a cominciare dalla Feralpi Salò di Massimo Pavanel. Ma oltre ai leoni del Garda anche altre big sono sulle tracce del centrocampista. Inutile dire come l'Arezzo abbia tutta l'intenzione di far partire il nuovo corso puntando anche su Foglia.

Per questo motivo da viale Gramsci fanno sapere che tra mercoledì e giovedì della prossima settimana Riccardo Fabbro raggiungerà il ritiro di Chianciano Terme. Sull'agenda del direttore generale sono stati fissati incontri con Aniello Cutolo, Alessio Luciani, Niccolò Belloni, Fabio Foglia e Giuseppe Caso proprio per parlare della loro posizione essendo al centro del progetto dell'Arezzo. Sul tavolo si parlerà del loro ruolo e, con chi andrà in scadenza, dell'eventuale rinnovo o prolungamento.

A proposito di Caso restano forti le sirene da Genoa (e non solo). A stretto giro il suo procuratore incontrerà la dirigenza amaranto per capire che strada intraprendere. Se l'Arezzo è disponibile a cedere adesso l'esterno ovviamente dietro una contropartita economica, visto il contratto in scadenza nel 2021, oppure se è possibile rinnovare almeno per un altro anno e monetizzare la prossima estate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento