Calcio

Fallita La Lucentissima di Ferretti, fu sponsor dell'Arezzo

Dichiarato dal tribunale di Roma il fallimento de La Lucentissima, impresa che da 70 anni operava nei servizi di pulizie e accessori e che detiene il 16% delle quote del Livorno

Era una delle aziende che facevano riferimento a Mauro Ferretti e che anche gli aretini avevano imparato a conoscere frequentando il Comunale. Già perchè La Lucentissima era stata lo sponsor di maglia nell'ultima stagione di serie D, quella con Mezzanotti allenatore, quindi Chiappini e per finire Cardinali che valse i playoff per la C e il successivo ripescaggio. Ferretti, che nel gennaio del 2013 rilevò l'Arezzo da Severini tramite la Programma Mutuo, aveva comunque legato il nome della società a responsabilità limitata al Cavallino ad un'altra delle sue aziende che poi l'estate scorsa era servita all'ex patron amaranto per acquistare il 16 per cento del Livorno.

"Delle aziende che avevano rilevato alcune quote di minoranza del Livorno calcio sembrava la più solida, con un volume d'affari dichiarato da circa 6 milioni di euro" scrive Livorno Today. E invece La Lucentissima Srl è stata dichiarata fallita dal tribunale di Roma con sentenza del 28 aprile scorso. A presentare l'istanza di fallimento dell'azienda, che dal 1946 operava nel settore dei servizi di pulizia e accessori, sarebbero stati i circa 200 dipendenti, mentre l'udienza dei creditori per l'esame dello stato passivo davanti al giudice delegato Adolfo Ceccarini si terrà il 22 settembre. 

Una situazione, dunque, che inevitabilmente si ripercuoterà anche sul Livorno calcio, i cui dirigenti sono stati chiamati a rapporto dal sindaco Salvetti (incontro in videoconferenza alle 18 di oggi, venerdì 7 maggio) proprio per avere chiarimenti sul futuro della società, ormai abbandonata anche dai tifosi che contestualmente al confronto soci-sindaco scenderanno in piazza per manifestare la propria rabbia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallita La Lucentissima di Ferretti, fu sponsor dell'Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento