menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due rigori condannano l'Arezzo a Mantova (2-0). Ko troppo severo

Uno-due micidiale per i padroni di casa. Buon Arezzo per un tempo, poi la condizione atletica detta il finale

A distanza di 25 giorni dall'ultimo incontro ufficiale l'Arezzo si getta a capo fitto nel tour de force che vedrà gli amaranto disputare 9 partite in 28 giorni. A Mantova, per il recupero della nona giornata, il Cavallino è ancora in emergenza anche se il focolaio Covid ha allentato la sua morsa. Camplone deve fare a meno di Foglia, Cerci, Pesenti e Borghini parlando dei titolari. Karkalis, convocato, non può ancora andare in panchina. Ecco allora che il tecnico amaranto predispone un Arezzo inedito e con staffette già delineate perchè la tenuta atletica non è certo al top. In porta debutta Sala, in difesa ci sono Baldan come terzino destro quindi Kodr alla prima in amaranto e Cherubin con Luciani a sinistra. Mediana con Benucci, Di Paolantonio (anche lui al debutto) e Arini. Davanti torna Belloni con capitan Cutolo a supporto di Zuppel. Troise risponde dall'altra parte con il consueto 4-3-3 ritrovando Di Molfetta in mediana mentre davanti ecco l'ex Cheddira insieme a Guccione, a supporto di Ganz.

Primi 10' di gioco, gli amaranto partono con il piede giusto. Tra i più vivaci dentro l'area di rigore dei padroni di casa Zuppel che in un paio di occasioni crea qualche apprensione alla difesa mantovana. Al 13' occasionissima per il Mantova con Guccione che con un colpo di testa trova la grande respinta di Sala, ma il direttore di gara ferma tutto per un fallo. Altra occasione per i padroni di casa capita sui piedi di Di Molfetta, ancora una super parata di Sala a dire no. Sul cambio di fronte passaggio verticale di Di Paolantonio per Belloni che scatta sul filo del fuorigioco, arriva a tu per tu con Tozzo ma si fa ipnotizzare. E' scoccata la mezz'ora di gioco, Mantova più pericoloso rispetto agli amaranto che tengono botta agli attacchi dei padroni di casa. Al 33' l'Arezzo si riaffaccia in avanti con un tiro dalla distanza di Benucci che sfiora il palo alla sinistra di Tozzo. Al 43' Mantova di nuovo pericoloso, questa volta davanti a Sala si presenta Ganz, ma il numero 1 amaranto chiude ancora una volta la porta. Le squadre vanno al riposo sullo 0-0.

La ripresa comincia con gli stessi ventidue del primo tempo. Al 57' il direttore di gara fischia un calcio di rigore per una spinta di Belloni in area. Sul pallone va Ganz che batte Sala per l'1-0. Il Mantova non si ferma e nel giro di pochi minuti costruisce altre due occasioni limpide prima con Ganz che non trova la porta da buona posizione e poi con Cheddira che si fa murare da Sala, sempre molto attento. Trascorrono 5' e l'arbitro concede un nuovo rigore in favore dei padroni di casa per un fallo di Sala. Sul dischetto questa volta si presenta Guccione che raddoppia al 62'. Al 77' gli amaranto si riaffacciano in avanti con Di Nardo, entrato al posto di Zuppel, che trova una buona conclusione, ma il direttore di gara ferma tutto per fuorigioco. Termina senza sussulti la sfida del Martelli. L'Arezzo torna in campo con un ko forse anche troppo severo, ma nel secondo ha fatto ben poco per lasciare il segno.

MANTOVA (4-3-3): 1 Tozzo; 2 Bianchi (41' st 15 Tosi F.), 5 Checchi, 4 Zanandrea, 23 Panizzi; 30 Lucas (41' st 11 Rosso), 6 Militari, 33 Di Molfetta (18' st 16 Gerbaudo); 29 Cheddira, 9 Ganz (18' st 24 Vano), 10 Guccione (30' st 8 Zibert).
A disposizione: 22 Tosi R., 3 Silvestro, 7 Zappa, 17 Saveljevs, 18 Esposito, 25 Moreo, 32 Cortesi.
Allenatore: Emanuele Troise.

AREZZO (3-5-2): 1 Sala; 3 Baldan, 29 Kodr, 33 Cherubin (12' st 27 Merola), 16 Luciani; 21 Benucci, 31 Di Paolantonio, 34 Arini; 7 Belloni (27' st 25 Sussi), 32 Zuppel (27' st 17 Di Nardo), 10 Cutolo.
A disposizione: 22 Loliva, 30 Gagliardotto, 6 Soumah, 23 Gilli, 24 Sportelli.
Allenatore: Andrea Camplone.
Infortunati: Picchi. Non convocati: 2 Mosti, 4 Maleš, 5 Borghini, 8 Foglia, 9 Pesenti, 11 Cerci, 14 Nader, 15 Maggioni, 18 Sane, 20 Bortoletti, 28 Bonaccorsi, 36 Karkalis, Piu, Raja Sakho, Tamma.

ARBITRO: Matteo Centi di Viterbo (Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata - Amedeo Fine di Battipaglia). Quarto uomo: Michele Delrio di Reggio Emilia.
RETI: st 12' Ganz rig., 17' Guccione rig.
Note - Spettatori: partita a porte chiuse. Recupero: 1' + 4'. Angoli: 4-0. Ammoniti: pt 25' Baldan; st 7' Di Molfetta, 9' Cherubin, 11' Belloni, 16' Sala, 20' Guccione, 25' Vano, 43' Arini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento