Calcio

Venuti minacciato di morte sui social. La denuncia della compagna e del difensore viola

Il difensore originario di Montevarchi, in forza alla Fiorentina, ha denunciato insieme alla compagna gli insulti ricevuti da parte di un hater dopo Milan-Fiorentina

'C'hai il fidanzato cancratosperiamo muoia'. È solo una parte delle offese via social recapitate all'indirizzo del difensore della Fiorentina Lorenzo Venuti. classe 1995, originario di Montevarchi. Ad aver pubblicato gli insulti ricevuti è stata la compagna del calciatore che già in passato aveva dovuto fare i conti con alcuni haters. Era accaduto dopo la partita di andata di Coppa Italia giocata contro la Juventus al Franchi e vinta dai bianconeri grazie ad un pallone carambolato addosso a Venuti.

Anche lì, come ha ricordato la compagna del terzino, Augusta Iezzi, c'erano stati insulti e parole irripetibili. Adesso un nuovo episodio che fa seguito alla partita di San Siro contro il Milan durante la quale Venuti è stato sostituito nel corso dell'intervallo.

All'account Instagram di Augusta Iezzi sono arrivate non solo bestemmie, offese razziste ma anche auspici di malattie. La ragazza è rimasta è rimasta sconvolta ed ha pubblicato un video nel quale le mani era colpite da un tremore irrefrenabile. Un post al quale è seguito quello in cui ha mostrato non solo nome e cognome dell'hater ma anche fatto leggere e sentire il contenuto di quei messaggi.

'C'hai il fidanzato cancratosperiamo muoia' seguito da un'offesa quindi una serie di insulti nei confronti di Venuti. 'Il tuo ragazzo fa veramente schifo [...] l'unica squadra dove potrebbe giocare è il Montevarchi'. Il tutto condito da bestemmie e insulti razzisti e discriminatori nei confronti della ragazza del terzino viola.

Il post di Venuti

Il calciatore nelle scorse ore ha pubblicato sui propri social una risposta all'hater. 'Non me ne frega niente delle critiche mosse verso il calciatoreanzi sono aperto a farne tesoro per migliorarema quando si muovono insulti inerenti la mortea tumori e cancri NON CI STOPerchè forse non sapete (tu e i tuoi amici che ridevano e sghignazzavano cosa significa combattere contro un cancro'. Di seguito il post di Lorenzo Venuti.
Sms_Venuti-2

Augusta Iezzi ha poi parlato a La Nazione. 'Sono impietrita per le offese lette. Gli attestati d’affetto ricevuti sono stati molti e questo mi rincuora: il padre di Lorenzo è molto malato ed è logico che offese del genere lo colpiscano nel vivo. Ci siamo messi in contatto con la persona che ci ha offeso ma non abbiamo ricevuto scuse, anzi gli insulti sono stati pure reiterati. Un gesto così non deve rimanere impunito, una persona del genere deve svolgere lavori socialmente utili. Se tornerò allo stadio? Le offese non aiutano: se posso eviterò'.

Il comunicato della Fiorentina

'La Presidenza, tutta la Dirigenza, lo Staff Tecnico e tutti i compagni di Squadra della Fiorentina - si legge nella nota del club viola - esprimono la propria vicinanza ed il proprio sostegno a Lorenzo Venuti ed alla sua fidanzata per gli inqualificabili insulti ricevuti attraverso i social. La Società ribadisce che la correttezza ed il rispetto devono essere alla base di tutto, non ritiene tollerabili questo tipo di messaggi e sarà accanto al calciatore ed alla sua compagna perseguendo ogni iniziativa possibile affinché gli autori di gesti così ignobili possano essere prontamente individuati e puniti'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venuti minacciato di morte sui social. La denuncia della compagna e del difensore viola
ArezzoNotizie è in caricamento