Sane salva l’Arezzo. Punto d’oro a Gubbio (1-1)

L’Arezzo sfiora per tre volte il gol poi regala il vantaggio su una disattenzione difensiva. Quasi allo scadere il baby attaccante firma il pari

Due squadre a caccia dei primi punti per muovere una classifica che alla viglia le vede ancorate sul fondo. Da una parte c'è il Gubbio ridotto ai minimi termini tra casi sospetti e positività al Covid-19 che hanno fatto slittare l'incontro messo anche in dubbio. Dall'altra parte c'è un Arezzo che guarda ancora al mercato (si cerca un difensore e un rinforzo in mediana) e con la stessa fame di punti. Potenza conferma il 3-4-1-2: difesa e centrocampo sono quelli visti con il Perugia. Uniche novità l'inserimento di Merola alle spalle del tandem formato da Pesenti e Cutolo. Dall'altra parte Torrente sceglie il 4-3-3. Debutta Signorini in difesa mentre a centrocampo ci sono Oukhadda, Malaccari e Sainz Maza. Davanti con Pasquato c'è Pellegrini al centro e De Silvestro. In tribuna c'è anche Daniele Di Donato.

Parte fortissimo l'Arezzo che parte da dietro con Cipolletta, sponda di Cutolo per Foglia e lancio per Nader. L'esterno arriva sul fondo e mette al centro dove il tocco di Pesenti manda al tiro Foglia: destro potente e il palo salva Cucchietti. Il gubbio scampato il pericolo inizia a macinare gioco tenendo l'Arezzo nella propria metà campo e facendo gridare al gol con Pasquato, il cui diagonale esce di poco a lato. E' una partita scorbutica ma gli amaranto hanno più coraggio e soprattutto qualità lì davanti. Alla mezz'ora il Gubbio va su tutte le furie chiedendo a gran voce il penalty per un possibile tocco di mano in area ad opera di Cipolletta. L'arbitro assegna solo il corner. Ci prova ancora la formazione di Torrente: contropiede di Pellegrini, sterzata e diagonale deviato quanto basta per mandarlo sul fondo. Al 34' la deviazione decisiva è di Tarolli sul tiro di De Silvestro da fuori area. Alla fine del primo tempo il punteggio è sullo 0-0 ma quanti rischi per l'Arezzo nell'uscire da dietro.

Nessun campio durante l'intervallo con la ripresa che si apre esattamente come la prima frazione. Cutolo semina il panico sulla trequarti e lascia partire un sinistro che Cucchietti può solo respingere. Pesenti si avventa sulla respinta ma trova la respinta del portiere eugubino. La reazione del Gubbio è tutta sugli errori dell'Arezzo. Prima Mosti serve sui piedi un avversario che per fortuna manca il controllo. Pochi minuti dopo il contropiede eugubino porta al gol: traversone dalla sinistra, Tarolli non trattiene la difesa amaranto non allontana e De Silvestro può insaccare. Le difficoltà nell'uscire da dietro per il Cavallino sono sempre più evidenti unite anche alla difficoltà nella costruzione del gioco con il Gubbio che quando parte in contropiede può ingaggiare duelli uno contro uno. L'Arezzo si rivede in avanti al 68' con il suggerimento di Cutolo per Pesenti, il pallone però sorvola la traversa con l'attaccante pescato in fuorigioco. A sette dalla fine Potenza si gioca anche le carte Sussi e Di Nardo per un Arezzo a trazione anteriore, alla ricerca disperata del pari che arriva all'85'. Sul primo calcio d'angolo concesso al Cavallino ecco il gol: Pesenti sul primo palo la spizzica per Sane che è libero di insaccare. L'Arezzo sembra essersi tolto un peso e insiste, sppur con un po' confusione, strappando il primo punto della stagione. Domenica altro scontro diretto in casa contro la Virtusvecomp Verona, magari con i prossimi rinforzi.

GUBBIO (4-3-3): 1 Cucchietti; 2 , Formiconi, 5 Uggè, 15 Signorini (33' st 23 Cinaglia), 3 Migliorelli (33' st 25 Munoz); 26 Oukhadda, 19 Malaccari, 20 Sainz Maza; 11 De Silvestro, 9 Pellegrini, 10 Pasquato (27' st 14 Ferrini).
A disposizione: 12 Zamarion, 4 Lovisa, 7 Sdaigui. 
Allenatore: Vincenzo Torrente.

AREZZO (3-4-1-2): 1 Tarolli; 3 Baldan (38' st (25 Sussi), 19 Cipolletta, 2 Mosti (21' st 28 Bonaccorsi); 16 Luciani, 8 Foglia, 20 Bortoletti (38' st 11 Di Nardo), 14 Nader (21' st 15 Maggioni); 27 Merola (27' st 18 Sane); 10 Cutolo, 32 Pesenti.
A disposizione: 12 Loliva, 4 Maleš, 9 Zuppel, 23 Gilli, 24 Sportelli.
Allenatore: Alessandro Potenza.
Infortunati: 5 Borghini, 7 Belloni, 21 Benucci. Non convocati: 6 Picchi, Piu, 17 Raja, Sakho, Tamma.
ARBITRO: Mario Cascone di Nocera Inferiore (Giovanni Mittica di Bari - Dario Gregorio di Bari). Quarto uomo: Mario Perri di Roma 1.
RETI: st 5' De Silvestro, 40' Sane.
NOTE - Spettatori: porte chiuse. Recupero: 0' + 4'. Angoli: 8-2. Ammoniti: pt 18' Baldan, 44' De Silvestro; st 13' Bortoletti, 35' Cucchietti.

Serie C girone B - 3° giornata
Matelica - SudTirol 1-1
Triestina - Modena 1-0
Carpi - Fano 0-0
Feralpi Salò - Imolese 2-1
Padova - Mantova 3-1
Sambenedettese - Fermana 1-1
Virtusvecomp Verona - Legnago 0-0
Perugia - Cesena 1-2
Ravenna - Vis Pesaro 2-1
La classifica

Il prossimo turno
Cesena - Feralpi Salò 11/10 ore 15:00
Fermana - Padova 11/10 ore 15:00
Legnago - Triestina 11/10 ore 15:00
Mantova - Perugia 11/10 ore 15:00
SudTirol - Gubbio 11/10 ore 15:00
Arezzo - Virtusvecomp Verona 11/10 ore 17:30
Fano - Sambenedettese 11/10 ore 17:30
Imolese - Carpi 11/10 ore 17:30
Modena - Ravenna 11/10 ore 17:30
Vis Pesaro - Matelica 11/10 ore 17:30

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento