rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Calcio

Il mercato, l'antistadio, le giovanili, la sfida di Indiani. Intervista al dg amaranto Giovannini

"La rosa è già fatta all'80%, sarà pronta per il ritiro. La campagna acquisti piace ai tifosi, a me interessa la gestione. Sono ad Arezzo per vincere ma anche per programmare, qui vorrei aprire un ciclo"

Direttore Paolo Giovannini, dopo venti giorni lo possiamo fare un primo bilancio?

Sono più avanti di quello che pensavo, l'80% del lavoro è definito. Quindi sono soddisfatto.

Partiamo dalla fine. Convitto che giocatore è?

Forte. Eravamo su di lui da giorni, ha scelto Arezzo con grandi motivazioni.

Dopo dieci anni di professionismo, quanto e cosa è cambiato nel fare mercato per la D?

L'ultima volta mi era successo nel 2008 a Lucca. Partenza l'11 agosto, squadra costruita in fretta ma bene. Vincemmo il campionato con 10 punti sul Gavorrano. Oggi di diverso c'è la tecnologia, ci sono i social, whatsapp. Io non ho mai condotto una trattativa per messsaggino, come succede a tanti. O parliamo al telefono oppure, ancora meglio, ci vediamo di persona. Comunque non sarò mai preoccupato per il mercato, la campagna acquisti conta più per i tifosi che per me. A me interessa la gestione.

Cioè?

Fare in modo che non ci siano problemi. Lasciate stare le storielle sullo spogliatoio e sulle cene che servono per creare il gruppo. Quel che conta è la tolleranza e la capacità di tenere insieme quaranta teste, dal presidente al magazziniere.

1-giugno-2022-Presentazione-Paolo-Giovannini-0028--scaled-2

Si aspettava tutto questo can can intorno al trasferimento di Boubacar?

Sì, perché sapevo che su di lui c'erano tanti club. E quando vai su questi giocatori, può capitare. Ho letto le dichiarazioni del suo vecchio agente e anche quelle di Maurizio Casilli, che lo assiste adesso. Preferisco non commentare ovviamente.

Perché ha scelto di puntare su Boubacar?

Con Vettori l'avevamo visionato diversi mesi fa, lo conoscevo e ci credo molto. Spero di portarlo ad Arezzo già il primo luglio per dargli modo di iniziare a lavorare e di ambientarsi. Per me può arrivare in B.

Tra i suoi compiti c'è anche quello di razionalizzare le spese della società. Come farlo?

Non voglio parlare come se fossi il più furbo di tutti, dico solo che la metodologia di lavoro è importante. Io devo vincere, lo so, ma voglio e devo anche costruire. Dei 22 giocatori che andranno in ritiro, mi piacerebbe che 14 o 15 restassero pure l'anno dopo.

A oggi, quante speranze ha per il ripescaggio?

Non saprei. Di sicuro il presidente e il segretario stanno ultimando tutta la documentazione per farsi trovare pronti in caso di necessità.

paolo indiani arezzo-2

L'Arezzo resterà ad allenarsi all'antistadio?

Sì, abbiamo preso questa decisione e credo sia la migliore. L'11 luglio inizieranno i lavori di livellatura del “Lebole” grazie all'azienda Galardini di Pistoia. Ci ho già collaborato in passato, mi fido di loro. Il campo sarà pronto per il 19 e la prima squadra si allenerà lì durante l'anno.

Quali progetti ci sono per il settore giovanile?

Ho affidato a Giorgio Contu il compito di costruire la Juniores con i 2006 e con tanti ragazzi di Arezzo. In generale, ritengo che un giovane cresca di più se va a misurarsi con i grandi, in una prima squadra, piuttosto che nelle giovanili. Seguiremo questa linea con i nostri prospetti più interessanti.

E Indiani come lo sta vivendo questo periodo?

E' carico a mille, motivatissimo, Arezzo per lui è una grande sfida.

Il mister ha vinto tanto ma in piazze più piccole di Arezzo, con minori pressioni. Questo può creare qualche incognita?

Potrebbe ma io conosco il valore di Indiani. Alla sua età è venuto ad Arezzo proprio per vivere un'esperienza così. Poi lui si isola, pensa solo ad allenare e se dice che la domenica il pallone cascherà per venti minuti in quel punto del campo, la domenica il pallone cascherà per venti minuti proprio lì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato, l'antistadio, le giovanili, la sfida di Indiani. Intervista al dg amaranto Giovannini

ArezzoNotizie è in caricamento