Calcio

Serie B a 40 squadre, Ghirelli: "Non esiste". Stop e promozioni, attesa per l'assemblea di Lega

Domani l'appuntamento tra Lega Pro e presidenti dei 60 club. Ipotesi promozioni e 'nuova' serie B, così risponde Ghirelli

E' in programma domani alle 14:30 l'assemblea dei club di Lega Pro. Un appuntamento a cui prenderanno parte tutti i presidenti della terza serie e dal quale arriverà ancor più ufficialmente la richiesta di fermare qui il campionato. Richiesta che sarà poi portata davanti al Consiglio Federale. L'intento era chiaro fin dall'inizio di aprile quando al termine della call conference emersero i problemi dei club nel poter proseguire. Difficoltà poi ribadite anche dai medici di Lega Pro e dal Consiglio Direttivo che si è riunito a inizio settimana.

"Il Consiglio Direttivo di Lega Pro si è riunito oggi per aggiornare e finalizzare le proposte da portare all’esame dell’Assemblea di Lega del 7 maggio, che avrà come argomento centrale di discussione il campionato. Il Direttivo, pur comprendendo le necessità delle serie maggiori di portare a completamento il campionato, ancora una volta ha voluto porre in rilievo il valore primario della salute, avendo per primi bloccato il campionato sin dallo scorso 21 febbraio, rimarcando la specificità della Lega Pro e l’impossibilità della ripresa del campionato di Serie C, come hanno confermato anche i 60 medici sociali dei club".

L'assemblea di Lega Pro tra l'altro si sarebbe tenuta alla vigilia del Consiglio Federale, poi rinviato, visto che la Figc intende approfondire ancora alcuni temi legati alla possibilità di riprendere o meno l'attività. La serie C si riunirà comunque e parlerà magari anche di promozioni (e retrocessioni) provando a fare chiarezza e trovando magari una linea comune dopo che nelle ultime settimana si è parlato di sorteggi e promozioni dirette per la prima di ogni gruppo.

Ipotesi serie B a 40, Ghirelli: "Non esiste"

E tra le varie idee avanzate ecco quella di una serie B a 40 squadre con una C semipro. Ma al riguardo Ghirelli è stato chiaro.

"Girano fake news da un po’ di ore su una presunta riforma della Serie C: si dice B1 e B2 e poi dilettantismo - ha dichiarato a Italpress - essendo una persona perbene, rispondo in modo civile: nessuna idea più fantasiosa poteva essere partorita. Non esiste semplicemente. Senza il volere e la decisione dei sessanta presidenti di Serie C non si va da nessuna parte. La Serie C non si fa invadere da predatori dell’Arca Perduta spalleggiati da qualche “cavallo di Troia” infiltrato tra di noi e disperato per il fallimento del suo progetto economico-finanziario che si gioca tutto puntando come al gioco della roulette su un solo numero. Troppo scoperto il gioco per mostrare subito la sua caducità totale. Noi faremo le riforme in accordo con il presidente federale Gabriele Gravina, mostrando il meglio di chi ragiona a sistema".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B a 40 squadre, Ghirelli: "Non esiste". Stop e promozioni, attesa per l'assemblea di Lega

ArezzoNotizie è in caricamento