Risolto il nodo stadio: domani pagamento e invio documenti per l’iscrizione. Closing più vicino

L'Arezzo si iscriverà indicando come stadio quello di Gubbio, poi ottenuto l'ok giocherà al Comunale. Dopo l'iscrizione via libera alla cessione

Ore 20:10 - Risolto il nodo stadio e la trattativa va avanti. Lo comunica Orgoglio Amaranto alla fine dell'assemblea. L'iscrizione verrà effettuata nella giornata di domani con il pagamento degli stipendi fino a maggio il deposito della fideiussione e anche i documenti relativi allo stadio in cui giocherà (per 'por forma') l'Arezzo, vale a dire Gubbio. Salvo intoppi domani il Cavallino sarà regolarmente iscritto al campionato. La Cava poi ha rassicurato sulla solidità degli acquirenti. I nomi restano top secret.

Ore 20:00 - Trapela un moderato ottimismo. Il problema dello stadio è un via di risoluzione e a questo punto il Cavallino potrà pensare agli stipendi e a depositare i documenti per l'iscrizione nella giornata di domani. Sotto lo studio di Giovanni Grazzini i tifosi attendono notizie.

Ore 19:20 - Da Palazzo Cavallo prosegue il lavoro dell'amministrazione per risolvere il problema dell'impianto sportivo. Sembrerebbero arrivare buone indicazioni al riguardo, ma il condizionale d'obbligo con l'impianto sportivo di Gubbio che potrebbe dare un aiuto a garantire l'iscrizione. Superato questo scoglio tornerebbe il sereno in casa Arezzo.

Ore 19:00 - Si è verificato un problema con lo stadio. A comunicarlo è stato La Cava a pochi minuti dall'inizio dell'assemblea. "Ho qui con me la fideiussione bancaria e ho versato i soldi necessari per pagare gli stipendi ma non abbiamo l'agibilità dello stadio relativa alle torri faro - ha detto il presidente - Mancano le certificazioni per l'agibilità. Le liberatorie? Tutto ok e i giocatori hanno detto sì alla riduzione, ma non lo staff tecnico e non capisco perchè".

Il nodo delle torri faro è dovuto al fatto che l'impianto di illuminazione è stato potenziato lo scorso anno. Lavori pagati commissionati dall'Arezzo che ha ricevuto il contributo da parte del Comune. I nuovi fari avrebbero peso un peso maggiore rispetto ai precedenti, da qui il nodo dell'agibilità.

"Stiamo lavorando ma va detto che il problema non dipende dal Comune - ha aggiunto l'assessore Nisini - avevamo chiesto da tempo le certificazioni alla società che ha ritardato l'invio. In questo momento ci stiamo adoperando per trovare un altro impianto che renda possibile l'iscrizione. Si trattarebbe di un atto 'pro forma' per garantire l'ammissione alla serie C. Poi ci sarebbe tutto il tempo per sistemare le carte e far giocare l'Arezzo al Comunale".

L'intervento per ottenere la certificazione sarebbe programmato per il 12 agosto e garantirebbe l'ok con largo anticipo prima dell'inizio del campionato (27 settembre). L'iscrizione però scade tra poche ore e per il 5 agosto non c'è modo di avere il documento. Ecco spiegato perchè il Comune si sta adoperando per risolvere il problema e garantire l'iscrizione. Tra le ipotesi di parla di un appoggio momentaneo a Gubbio.

Ore 18:30 - I tifosi dei gruppi organizzati attendono sotto lo studio di Giovanni Grazzini notizie dall'assemblea dei soci. I giocatori avrebbero dato l'ok alle liberatorie, ma lo staff tecnico pare voglia richiedere tutte le mensilità che mancano all'appello.

Ore 18:00 - Manca un'ora all'assemblea dei soci dell'Arezzo. Alle 19 Orgoglio amaranto varcherà la soglia dello studio di Giovanni Grazzini e con La Cava in collegamento web inizierà il summit che dovrà dare delle risposte. Il presidente, che nei giorni scorsi ha parlato, ha spiegato di voler iscrivere la squadra avendo predisposto la fideiussione presso la Banca Popolare di Cortona e di voler saldare entro domani gli stipendi dei giocatori esclusi da cassa integrazione e fondo salva calcio. Ballano circa 200mila euro. Ma oltre all'iscrizione Orgoglio Amaranto questa sera vuole conoscere i nomi e avere garanzie sui nuovi acquirenti. Dalle dichiarazioni del patron sembra infatti che l'accordo sia possibile anche se c'è un ostacolo: occorre mettere nero su bianco l'intesa con i tesserati per la riduzione degli ingaggi. Senza la rinuncia al mese di giugno tutto si complica a meno che poi una delle due parti (La Cava o gli acquirenti) saldi la differenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IN AGGIORNAMENTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE | Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • LIVE | Suspense ballottaggio e raffica di contestazioni. Sezioni scrutinate 18 su 97: Ghinelli al 47,66%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento