Calcio

Dilettanti, il pubblico può tornare sugli spalti

Il nuovo decreto prevede la presenza del pubblico pari al 15 per cento della capienza

Stadi aperti al pubblico. La nota della Lnd rimarca un aspetto su cui si è già espresso il nuovo decreto legge. Dal prossimo fine settimana gli stadi potranno ospitare un pubblico pari al 15 per cento della capienza dell'impianto sportivo.

"L'attività sportiva dilettantistica e giovanile non può prescindere dalla presenza del pubblico - scrive il presidente del comitato toscano Paolo Mangini - Detto questo, ritengo però che la percentuale prevista del 15 per cento della capienza totale di ogni impianto rappresenti una limitazione eccessiva che va al di là di ogni legittima precauzione per la prevenzione del Covid-19, andando a penalizzare inutilmente numerose società sportive. Società sportive che in questo primo periodo di attività hanno dimostrato responsabilità e attenta applicazione di tutte le norme prevista dai protocolli sanitari. Considerato che il Dpcm (art. 1 c. 6 lett. e), autorizza le Regioni, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica, a individuare un diverso numero massimo di spettatori in relazione alle caratteristiche degli impianti, chiedo al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, di verificare la possibilità di aumentare la percentuale di presenza degli spettatori nei nostri impianti sportivi e offro fin da subito la mia completa disponibilità per ogni richiesta di collaborazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dilettanti, il pubblico può tornare sugli spalti

ArezzoNotizie è in caricamento