Calcio Via Antonio Gramsci

Settori popolari e trasferte. Quanto costa tifare Arezzo?

Abbonamento, viaggi in pullman o con mezzi propri, poi i biglietti per i settori ospiti. I costi per tifare l'Arezzo in serie C

La curva Minghelli in trasferta [foto Facebook Ultras Arezzo]

"Io lavoro per il tifoso che per venire a vedere la propria squadra non va a cena fuori più di una volta a settimana per risparmiare" diceva Eziolino Capuano solo pochi anni fa nella sala stampa del Comunale. Parole che possono essere considerate attuali come non mai ancora oggi, anche perchè tifare in serie C la squadra della propria città non è semplice campanilismo. E' passione allo stato puro che deve confrontarsi anche con i costi della categoria per le trasferte e i biglietti degli stadi dove lo spettacolo offerto è solo quello dei 90' senza eventi collaterali che animano altri campioato. Ma a fine stagione quanto può spendere un tifoso per seguire l'Arezzo ogni domenica?

Settori popolari, gli abbonamenti nel girone A

Il settore preso in esame è quello popolare, ovvero la curva sud. Ad Arezzo i tagliandi stagionali per la Minghelli costano 110 euro (intero) e garantiscono l'accesso all'impianto per 18 turni. In occasione della 'Giornata Amaranto' tutti dovranno pagare il biglietto e quindi altri 10 euro. Arezzo non è tra le piazze più care, anzi. La piazza più cara è quella di Carrara con un prezzo di 180 euro (per 18 turni) dovuto anche alle limitazioni dell'impianto. Poi Alessandria, Renate e Giana Erminio ad esempio fissano i prezzi a 150 euro, anche se i lombardi sistemano i propri sostenitori nella tribuna coperta. Quindi ecco il Gozzano a 130 euro (tribuna), il Como con 125 euro, la Pergolettese con 120 euro. Discorso a parte per la Pro Patria con 150 euro per la tribuna coperta e 110 euro per la tribuna scoperta. Al pari dell'Arezzo, a quota 110 euro, c'è il Siena. Meno di amaranto e bianconeri Lecco (100 euro), Monza (100 euro), Pro Vercelli (70 euro), Olbia e Pontedera (50 euro). Record Novara con 14 euro. Un discorso a parte lo merita l'Albinoleffe che si è trasferito a Gorgonzola: 38 euro per i vecchi abbonati, 150 euro per tutti gli altri.

Settori popolari, il costo della curva ospiti

Seguire l'Arezzo anche in trasferta costa 214 euro. Una cifra che è frutto della somma di tutti i biglietti del settore ospiti fatta  eccezione per quello del 'Moccagatta' in occasione della sfida interna con la Juventus Under 23, visto lo sciopero contro le formazoni B. Il biglietto più caro è quello di Gozzano dove sistemarsi nella tribuna riservata agli ospiti costa 15 euro a cui vanno aggiunti i diritti di prevendita (1,50 euro). Segue subito dietro la Pergolettese con 14,04 euro, quindi Como, Siena, Pontedera, Lecco, Novara con 12 euro. Con l'Arezzo a quota 10 euro per la curva nord figurano altre nove società, mentre Monza vanta il settore ospiti più economico con 9,50 euro compresi i diritti di prevendita.
La media del prezzo dei biglietti per il settore ospiti nel girone A è pari a 11,26 euro.
Costo_abbonamenti_biglietti_serieC_2019_2020-2

Dai 15 ai 35 euro per le trasferte in pullman

Un viaggio in pullman (da 50 persone completo) costa in media 20 euro per quanto riguarda le trasferte in Toscana (Carrara, Grosseto, Pontedera, Pistoia). Per quanto riguarda i viaggi in Lombardia (Busto Arsizio, Como, Crema, Gorgonzola due volte Lecco, Monza) e Piemonte (Alessandria due volte, Gozzano, Novara, Vercelli) la media oscialla tra i 30 e i 35 euro. Ecco poi Olbia che quest'anno, Coronavirus a parte, propone anche difficoltà sul piano logistico per i problemi legati all'aeroporto. Viaggiare in traghetto con altri tre amici, con annessa utilitaria, ecco uno spesa di 263 euro (offerta online di questa mattina) per un viaggio di andata e ritorno, quindi circa 65 euro a testa. Con un rapido calcolo prendendo la media dei vari prezzi ecco 565 euro necessari come base minima per le trasferte riducendo al minimo quelle con mezzi propri come auto e pulmini da nove presi a noleggio che farebbero lievitare notevolemente il prezzo.

Insomma, servono quasi 1.000 euro stando bassi. Per la precisione 899 euro, senza considerare i pranzi e cena, anche un semplice spuntino. Pensando ad una spesa di 20 euro a pasto si aggiungono almeno altre 600 euro, senza poi sommare altri costi accessori di una passione come quella amaranto. Insomma tifare Arezzo per le sole giornate di campionato comporta una spesa tra i 1.300 e i 1.500 euro tenendo in considerazione tutte le voci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settori popolari e trasferte. Quanto costa tifare Arezzo?

ArezzoNotizie è in caricamento