Consiglio Federale: professionisti in campo con l'opzione 'playoff e playout'

Certo lo stop dei dilettanti e tre strade per chiudere i campionati di serie A, serie B e Lega Pro

Terminato il Consiglio Federale è stato diramato il comunicato ufficiale da parte della Figc che annovera le decisioni prese in merito ai campionati professionistici e a quelli dei dilettanti. All'orizzonte si prospettano tre strade da percorrere, o per meglio dire tre piani da attuare.

Fatta eccezione per i dilettanti che si fermano qui, compresa la serie B femminile, i campionati dalla serie A alla Lega Pro torneranno in campo. La Figc vuole sì portare a compimento i campionato ma soprattutto se deve essere assegnato uno scudetto, una promozione o identificare una retrocessione, tutto deve essere dettato dal verdetto del campo.

Consiglio Federale: sì alla ripresa di serie B e C, stop per i dilettanti

La Figc ha espresso quindi la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Prima della ripresa dell'attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni se l'emergenza sanitaria dovesse tornare a crescere.

Spareggi o classifica di merito

Se non fosse possibile portare a termine il campionato verrà individuato un nuovo format che comprenderà brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni. Se non fosse possibile nemmeno disputare gli spareggi spazio alla definizione di una classifica 'applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni'.

Licenze Nazionali e fideiussioni 2020/2021

Il Consiglio ha aggiornato l’impianto delle Licenze Nazionali per l’iscrizione ai campionati professionistici per la stagione 2020/2021. Tra le modifiche, ai fini ammissivi le società dovranno assolvere al pagamento degli emolumenti (netti) e degli altri compensi scaduti al 31 maggio 2020, intendendosi come tali quelli che, anche sulla scorta dei vari accordi modificativi e novativi eventualmente ratificati dalla Lega, sono effettivamente scaduti a detta data. Si terrà conto in ogni caso degli eventuali contenziosi che dovessero insorgere per il periodo di sospensione delle attività (marzo/aprile).

Il termine perentorio per le iscrizioni verrà fissato nella seconda metà di agosto e comunque dopo la fine dei campionati. Per quanto riguarda l’impianto delle garanzie fideiussorie, per la Lega B è stato confermato l’importo di 800 mila euro e per la Serie C l’importo di 350 mila euro. Per i soli Club di Lega Pro, in alternativa o a integrazione, potrà essere prodotta una certificazione della Lega, approvata dall’Assemblea, di aver costituito una garanzia collettiva di efficacia equipollente alle garanzie singole di "pari importo" e nel rispetto degli stessi requisiti richiesti ai soggetti fideiussori.

Così il tesseramento professionistico per la stagione 2020/2021

Nelle more della definizione dei nuovi termini di tesseramento per la stagione sportiva 2020/2021, che saranno stabiliti prossimamente, ha deliberato i termini di deposito dei contratti preliminari: dal 1 giugno al 31 agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento