Martedì, 28 Settembre 2021
Calcio

Doccia fredda per l'Arezzo: tutte bocciate tranne la Paganese. Il ripescaggio adesso è lontano

I campani ribaltano i due verdetti della Covisoc. Fuori dal professionismo Sambenedettese, Casertana, Carpi, Novara e Chievo Verona

La decisione del Collegio di Garanzia del Coni è arrivata attorno alle 22. Due ore circa di camera di consiglio dopo un dibattitoche ha preso vita nel pomeriggio e che è terminato alle 20. La decisione era stata anticipata da Nicola Binda, giornalista de 'La Gazzetta dello Sport', anche se fare previsioni era assai difficile.

Salutano il professionismo Sambenedettese, Novara, Carpi, Casertana e Chievo Verona. Se la cava la Paganese, annoverata fin dall'inizio come un club che poteva farcela. Tradotto, domani alle 11 via al Consiglio Federale che parlerà dei ripescaggi - e della riammissione per sostituire il Gozzano - ma la notizia è che la salvezza della Paganese taglia fuori dalla corsa al ripescaggio (per adesso) l'Arezzo.

Gli amaranto erano sesti in graduatoria, preceduti da Latina, Lucchese, Fidelis Andria, Pistoiese e Siena. Il Rimini non ha presentato domanda come invece sembrava in un primo momento, mentre il Fano avrebbe problemi con lo stadio. Ma perchè l'Arezzo è così indietro? L'ultimo posto dell'ultima stagione, unito ai punti totalizzati e al regolamento che mette le partecipanti ai playoff di serie D avanti alle retrocesse dalla Lega Pro ha relegato in coda il Cavallino.

Adesso c'è da capire se le domande presentate per il ripescaggio sono in ordine o meno. Compito che spetterà al Consiglio Federale. Di certo stasera l'Arezzo deve riporre le speranze di ripescaggio con più di un piede in serie D dove è approdato al termine di una stagione a dir poco disgraziata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doccia fredda per l'Arezzo: tutte bocciate tranne la Paganese. Il ripescaggio adesso è lontano

ArezzoNotizie è in caricamento