menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Testini, La Cava e Pieroni

Testini, La Cava e Pieroni

Contratti, controfferte e un nuovo summit con Stanzione. Si apre una lunga settimana per l'Arezzo

Dall'incontro con il diggì per parlare degli stipendi dei calciatori (e non solo) fino al nuovo summit con la cordata legata all'immobiliarista romano. Una settimana chiave

Contratti, controfferta e poi il nuovo incontro con Andrea Stanzione. Ecco l'ordine degli impegni della settimana che è appena iniziata. Da qui a venerdì potrebbe arrivare una svolta, ma di certo al momento c'è solo l'imprevidibilità di quanto potrà accadere.

Questione contratti e controfferta

A ore il presidente incontrerà il direttore generale. Pieroni è stato incaricato di trattare con i giocatori per trovare un'intesa sul fronte stipendi. Mancano quattro mensilità all'appello. Chi guadagna sotto i 50mila euro lordi a stagione rientra nella cassa integrazione che coprirà nove settimane e potrà accedere al fondo 'salva calcio'. Con chi invece supera la cifra dei 50mila euro lordi a stagione - e nell'Arezzo si parla di almeno dieci giocatori - andrà trovato un accordo che può prevedere anche la decurtazione dell'ingaggio. E' solo un'ipotesi al momento, ma va anche detto che Pieroni avrebbe trovato la disponibilità dei tesserati. Disponibilità che sarà illustrata a La Cava.

Ma il summit in terra umbra potrebbe essere utile per illustrare al patron il possibile 'piano B'. Pieroni da tempo ha spiegato di essere alla ricerca di soci da affiancare a La Cava. "Giorgio non può sostenere da solo la C. Lavoro per trovare aiuti" aveva detto il direttore generale lo scorso 3 giugno. Concetto poi ribadito pochi giorni fa durante un'intervista andata in onda su Teletruria. Pieroni potrebbe lanciare una controfferta, presentando a La Cava un suo progetto o comunqe imprenditori disponibili ad entrare.

Entro venerdì nuovo incontro con Stanzione

In settimana è in calendario anche un nuovo summit con l'immobiliarista romano. Come accaduto venerdì scorso La Cava e Stanzione si troveranno nella capitale. Potrebbe essere l'occasione di un passo in avanti, ma anche di una battuta d'arresto, perchè ad oggi non è scontato che l'operazione possa andare in porto. Stanzione, che rappresenta un gruppo di soci, ha chiesto di vedere le carte. Vuole capire quanto incideranno i 19 contratti già in essere per la stagione 2021/2021, quali sono le spese in termini di contributi e fisco che dovranno essere saldati per procedere con l'iscrizione del Cavallino entro il 23 agosto. Insomma l'acquirente vuole studiare il bilancio in tutti i suoi aspetti per capire l'entità dell'investimento. Di certo c'è un imprenditore che vuole cedere, Giorgio La Cava, e dall'altra parte due strade per il futuro del club amaranto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento