Approvato il bilancio, salta l'aumento di capitale. Le parole di La Cava e Monaco

Posizioni contrastanti tra i due azionisti. Le parole dell'ex patron La Cava e del presidente Monaco

La vigilia di uno snodo cruciale della stagione che risponde al nome di Carpi-Arezzo viene segnata anche dalle questioni economiche. Nella giornata di oggi presso uno studio notarile di Arezzo si sono ritrovati i soci del Cavallino. La Mag Servizi Energia, Orgoglio Amaranto e Giorgio La Cava erano gli attori chiamati ad approvare il bilacio e non solo. All'appello però mancava l'ex patron La Cava, in possesso del 5 per cento delle quote societarie, che aveva delegato per l'occasione il proprio legale.

L'assemblea ha registrato l'approvazione del bilancio al 30 giugno 2020. Un bilancio che ha tenuto conto delle spese fino alla sospensione del torneo e quindi anche della pandemia che ha tolto gli intrioti lasciando solo le spese ai club. Tra i punti all'ordine del giorno era presente anche l'aumento di capitale da parte dei soci per una cifra superiore al milione di euro (1,2 milioni di euro). Un punto che è rimasto solo sulla carta e non è stato possibile realizzare. La Cava ha poi spiegato, inestrema sintesi, di aver già fatto la sua parte.

"Per quanto mi riguarda - spiega La Cava, in possesso del cinque per cento dell’Arezzo - ho già effettuato in passato dei versamenti in riserva per futuri aumenti di capitale pari a 220mila euro nei mesi scorsi".

Di diverso avviso l'attuale maggioranza del club di viale Gramsci.

"La Cava ci aveva informati dei versamenti ma che questi erano legati alla gestione ordinaria della società - spiega il presidente Monaco - poi questa mattina siamo rimasti a dir poco sorpresi quando davanti al notaio abbiamo saputo che La Cava ritiene invece quelle cifre già destinate ad un aumento di capitale, e non alla gestione ordinaria del club che fino allo scorso agosto dipendeva solo da lui". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Adesso l'appuntamento in calendario del 30 ottobre sarà decisivo per capire come evolverà la situazione anche perchè entro fine l'aumento di capitale sembra destinato a realizzarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento