Calcio

Capolona graziato dal Giudice sportivo, multe per Alberoro e Palazzo del Pero

Squalifica fino a giugno per un dirigente del San Marco. I fatti del derby tra Capolona e Subbiano non producono multe o sanzioni sportive

Nessuna multa. Nessuna squalifica del campo o peggio ancora. Il Capolona Quarata non incappa in sanzioni da parte della giustizia sportiva a pochi giorni da quello striscione che ha fatto conoscere, non solo agli italiani amanti del pallone, il derby tra Capolona Quarata e Subbiano. Nel bollettino diramato questo pomeriggio dal dipartimento regionale della Lega Nazionale Dilettanti non ci sono provvedimenti contro il Capolona Quarata, nella stessa giornata in cui i responsabili dello striscione della vergogna hanno un nome e un cognome. Nel referto del direttore di gara lo striscione non è finito grazie molto probabilmente al fatto che la scritta era stata rimossa prima dell'arrivo del fischietto sul rettangolo verde.

Chi invece dovrà pagare una multa è l'Alberoro, reduce dalla sconfitta nel derby casalingo contro il Montagnano ‘il lancio di oggetti verso i calciatori avversari’ senza raggiungerli e un proprio sostenitore che 'superata la rete di recinzione attraverso un varco della stessa, accedeva al recinto di gioco provocando breve interruzione della gara'. In totale ecco 250 euro di multa a causa anche della recidiva.
Squalificato fino al 25 giugno, quindi stagione finita, per il massaggiatore dell’Alberoro reo di essere uscito ‘dall'area tecnica assumendo contegno minaccioso verso un calciatore avversario’. Allontanato, alla notifica del provvedimento, 'offendeva il direttore di gara in ripetute ed ulteriori circostanze'. Sanzione aggravata in quanto dirigente addetto all'arbitro. 

E sempre in tema di multa sono 160 gli euro di multa del Palazzo del Pero per 'danneggiamento alle strutture della società ospitante'.

In Seconda categoria il dirigente del San Marco è stato sanzionato fino al 15 giugno perchè una volta allontanato dal terreno di gioco per aver 'rivolto frase irriguardosa all’arbitro, non ottemperava ai ripetuti inviti dell'arbitro che gli intimava di abbandonare la zona spogliatoi'. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capolona graziato dal Giudice sportivo, multe per Alberoro e Palazzo del Pero
ArezzoNotizie è in caricamento